Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2017/18
02NSOPW
Progettare a livello urbano (Atelier)
Corso di Laurea in Pianificazione Territoriale, Urbanistica E Paesaggistico-Ambientale - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Rolfo Davide ORARIO RICEVIMENTO A2 ICAR/14 48 12 0 21 4
Voghera Angioletta ORARIO RICEVIMENTO O2 ICAR/21 64 16 0 28 5
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/14
ICAR/21
6
8
B - Caratterizzanti
B - Caratterizzanti
Architettura e ingegneria
Architettura e ingegneria
Presentazione
L’Atelier ha carattere multidisciplinare ed è composto da due insegnamenti che affrontano in forma integrata, sotto il doppio profilo del piano urbanistico e del progetto architettonico, i temi e le tecniche del progetto urbano, evidenziandone caratteri e potenzialità attraverso un’esperienza di studio e di progettazione, simulando un intervento in un’area urbana reale.
Risultati di apprendimento attesi
- Conoscenza dei concetti urbanistici principali (forma urbana, funzioni urbane, tessuto urbano, isolato ecc.) e dei parametri urbanistici correnti (standard urbanistico, indice di edificabilità, densità edilizia, destinazione d’uso ecc.).
- Capacità di individuare nelle loro linee generali gli obiettivi, i contenuti e le componenti del piano regolatore e del piano particolareggiato esecutivo.
- Capacità di individuare i principali elementi formali, funzionali, socio-economici e ambientali che caratterizzano la struttura urbana di un preciso ambito, con la finalità di valutarne le condizioni e le potenzialità di trasformazione.
- Capacità di inquadrare le problematiche della progettazione architettonica e dello spazio urbano, intese come strumenti di messa in opera e verifica delle previsioni del piano urbanistico generale.
- Capacità di presentare il lavoro effettuato con scritti e disegni e spiegarne in modo appropriato i contenuti.
Prerequisiti / Conoscenze pregresse
- Capacità di redigere le tavole di analisi e progetto con adeguati software di elaborazione grafica e cartografica.
- Conoscenza della pianificazione locale: piano generale e piano attuativo.
- Conoscenza dei principali parametri urbanistici.
- Capacità di leggere, nelle linee generali, un sistema insediativo nei suoi vari aspetti (storico, edilizio, infrastrutturale, paesaggistico, ambientale...).
Programma
I due moduli didattici dell’Atelier affrontano in maniera autonoma alcuni aspetti teorici della propria disciplina, mettendo a fuoco quelli funzionali alla messa a punto di un progetto urbano elaborato congiuntamente. L’obiettivo è quello di costruire plausibili scenari di trasformazione, sotto il profilo spaziale e funzionale, entro la città esistente. A tal fine verranno esplorate coerenti forme di intervento a molteplici livelli: nell’assetto morfologico funzionale; nella prefigurazione di trasformazioni sostenibili sotto il profilo ambientale e socio-economico; nella coerenza con le altre strategie di trasformazione del territorio; nell’adeguata dotazione e definizione dello spazio pubblico.
Gli apporti didattici riguardano in particolare la progettazione urbanistica comunale, la progettazione della forma urbana e dell’assetto funzionale, la progettazione architettonica.
Le attività svolte in aula saranno ripartite tra lezioni frontali (circa 40%) e esercitazioni (circa 60%), con le lezioni frontali concentrate nella prima parte del corso.

1) Programma del modulo ‘Progettazione urbanistica’.
Il corso tratta i caratteri e gli elementi conoscitivi di base del piano e del progetto urbanistico, intesi come strumenti volti alla riqualificazione della città contemporanea. Le lezioni forniscono agli studenti i riferimenti concettuali e operativi atti a:
- leggere la composizione dei sistemi urbani in termini di morfologie (tessuto, isolato, unità edilizie) e tipologie;
- avviare analisi e inquadramenti progettuali per la formazione di progetti, piani e programmi di riqualificazione urbana;
- inquadrare un progetto di trasformazione urbana di scala intermedia, attento allo sviluppo sostenibile;
- elaborare un inquadramento regolativo, misure di intervento e soluzioni formali per le opere di trasformazione e conservazione dell’area di studio individuata.

2) Programma del modulo ‘Analisi e progettazione della morfologia urbana’
Il corso si articola in lezioni sul tema del riconoscimento di alcuni aspetti della ‘forma urbana’ attraverso la lettura morfologica e tipologica dei contesti urbani. La finalità è quella di individuare gli elementi formali e funzionali che caratterizzano l’ambito di studio e che ne definiscono il carattere specifico ma anche di leggere la composizione dei sistemi architettonici che ne disegnano lo spazio urbano. Le lezioni forniscono agli studenti strumenti concettuali e operativi atti a formulare una proposta progettuale alla scala architettonica e del disegno urbano per l’area di studio individuata, strettamente integrata con il progetto urbanistico. Tale proposta focalizzata è sull’approfondimento del modo in cui la definizione architettonica contribuisce alla definizione dei caratteri formali, funzionali e spaziali dell’ambiente urbano.
Organizzazione dell'insegnamento
Il lavoro verrà svolto in gruppi di massimo tre studenti.
L’area di studio/progetto è individuata entro un settore di trasformazione urbana, all’interno della città di Venaria Reale, in provincia di Torino, per la quale il PRG esistente prevede specifici interventi di riqualificazione; l’esercizio progettuale proposto è condotto con riferimento alla teoria e alle pratiche del ‘progetto urbano’.
L’insegnamento è svolto per mezzo di differenti attività didattiche:
- lezioni frontali, introduttive e di approfondimento, dedicate ai contenuti teorici e tecnici della pianificazione comunale e del progetto urbano;
- visite di studio al luogo d’intervento e ad altri suscettibili di interesse ai fini del progetto;
- attività di laboratorio, svolte in aula.
Le attività di laboratorio sono articolate in funzione di alcune esercitazioni, corrispondenti a consegne effettuate durante l’anno, intese come momenti di verifica intermedia dell'apprendimento in relazione ai diversi contributi disciplinari forniti; gli elaborati prodotti per ciascuno di essi vengono consegnati e sottoposti a una valutazione che inciderà sul voto d’esame finale.
Testi richiesti o raccomandati: letture, dispense, altro materiale didattico
- R. Ingaramo and A. Voghera (eds), Topics and methods for urban and landscape design. From the river to the project, Springer, 2016
- F. Selicato, F. Rotondo, Progettazione urbanistica, teorie e tecniche, McGraw-Hill, 2010 (pp. 1-16, 30-37, 44-72)
- P. Gabellini, Tecniche urbanistiche, Carocci, Roma, 2001. (capp. 4, 5, 6, 8, 9)
- R. Ingaramo and A. Voghera, Planning and architecture. Searching for an approach,Alinea International, Firenze, 2012.
- G. Cullen, Concise Townscape, The Architectural Press, Londra 1971.
- K. Lynch, L’immagine della città, Marsilio, Padova 1964.
- M. Romano, L’estetica della città europea. Forme e immagini, Einaudi, Torino 1993.
- C. Sitte, L’arte di costruire la città. L’urbanistica secondo i suoi fondamenti artistici, Jaca Book, Milano 1980.
- R. Venturi, D. Scott Brown, S. Izenour, Imparare da Las Vegas, Quodlibet, Macerata 2010.
- B. Zevi, Saper vedere l’architettura. Saggio sull’interpretazione spaziale dell’architettura, Einaudi, Torino 1948.
Criteri, regole e procedure per l'esame
L’esame consiste in un colloquio di discussione degli elaborati finali, presentati da ciascun gruppo di studenti; il colloquio durerà indicativamente 30 minuti; il giudizio sarà individuale, benché in un contesto di gruppo, e terrà conto dell’intero percorso svolto durante l’anno in relazione ai diversi contributi forniti.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2017/18
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti