Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2009/10
03AZFAC
Fondamenti di economia ed estimo
Corso di Laurea in Architettura Per Il Progetto - Mondovi'
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Corradino Corrado ORARIO RICEVIMENTO     36 0 0 0 3
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/22 3 B - Caratterizzanti Edilizia e ambiente
Obiettivi dell'insegnamento
Il corso si propone di presentare agli studenti il quadro teorico e i metodi attraverso cui è possibile cogliere e valutare, con l'uso di opportune tecniche, gli aspetti economici del valore dei beni e delle risorse architettoniche e paesaggistico-ambientali. Essi sono esaminati nella loro qualità di beni economici misti (con componenti pubbliche e private), la cui analisi rimanda, da una parte, alla teoria microeconomica e all'estimo dei beni privati e, dall'altra, all'economia del benessere e ai relativi metodi analitici e valutativi.
Il corso è articolato in momenti teorici ed esercitativi in aula e presso i laboratori informatici: sono previsti previsti sia lo svolgimento in aula -con tutoraggio del docente- di esempi pratici, in particolare legati alla pratica estimativa, sia due o tre giornate di approfondimento seminariale e di esercitazione presso i laboratori informatici, per evidenziare i risvolti pratici di argomenti di rilevante interesse per il corso, in particolare quello legato alla quantificazione dei costi di rifunzionalizzazione (costi parametrici e Computo Metrico Estimativo).
Competenze attese
Conoscenza delle teorie economiche di riferimento in merito alla domanda e all'offerta; capacità di selezionare la procedura idonea al quesito di stima posto; capacità di allestire il giudizio di stima delle componenti di valore di un bene privato in ambito conflittuale; capacità di individuare ilvvalore economico delle risorse architettoniche e ambientali in ambito pubblico.
Prerequisiti
Non sono previsti altri prerequisiti specifici; è tuttavia preferibile la conoscenza di strumenti informatici di base.
Programma
The course, as economic and estimation base, argue three items: 1) the economic private goods, in particular the market rules (demand and offer) and the production strategies (marginal cost and production); 2) the estimate judgements and procedures in market (market approach, for example sales comparison approach) and in production (the parametric costs and the C.M.E.); 3) the rudiments of public goods evaluation and estimate, in particular the externalities and economic total value theories and context.
Programma: informazioni integrative
Il corso, che si pone quale iniziale insegnamento fondativo della disciplina estimativa prevede il coordinamento delle proprie attività sia con i laboratori progettuali del II anno (applicazioni di strumenti estimativi a tematiche dei laboratori), sia con i contenuti del corso di Estimo ed Esercizio Professionale del III anno (concetti e strumenti propedeutici all'Estimo Professionale).
Laboratori e/o esercitazioni
I concetti teorici sia microeconomici sia della disciplina estimativa vengono illustrati nel corso delle lezioni frontali, di quelle esercitative con tutoraggio del docente in aula e, infine, esercitazioni a squadre con l'ausilio di postazioni informatiche. Le ore sono ripartite tra momenti teorici e momenti esercitativi (21ore di didattica frontale, 10 ore di esercitazioni in aula e tutoraggio, 14 ore presso i laboratori informatici).
Bibliografia
I testi fondamentali di riferimento sono:
Per la parte di microeconomia e macroeconomia:
S. FISHER, R. DORNBUSH, R. SCHMALENSEE, Economia, Milano: Hoepli, 1992 (in particolare si rimanda ai concetti generali, le funzioni e i grafici illustrati durante la didattica frontale e i momenti di verifica tramite test di autoapprendimento: PARTE I (concetti generali, funzioni e grafici), par. 1 e 3, PARTE II, par. 5-6-7-8-9-11-12, PARTE IV, par. 23-28 (solo concetti di spesa e trasferimento)-29 (solo concetti di investimento e tasso d'interesse)- 33 (solo concetto di inflazione).
Per la parte di estimo:
GALLERANI, ZANNI e VIAGGI, Manuale di Estimo. Milano: McGraw-Hill, 2004 (solo i concetti e l'apparato metodologico e strumentale illustrati durante le lezioni frontali e le esercitazioni in aula, contenuti in particolare nei capp 1, 6 e 24.);
C. COSCIA, E. FREGONARA, Strumenti economico-estimativi nella valorizzazione delle risorse architettoniche e culturali, Torino: CELID, 2004 (solo concetti introduttivi all'Estimo pubblico illustrati nei Capitoli 1 e 2)
Per la parte seminariale:
G. DE MARE, P. MORANO, La stima del costo delle Opere Pubbliche, UTET, Torino 2002;
Dispense fornite nel corso.
Eventuali approfondimenti:
Per la parte sulla stima immobiliare:
M. SIMONOTTI, Fondamenti di metodologia estimativa, Napoli: Liguori, 1989
Per la parte di macroestimo, estimo pubblico ed economia ambientale:
G. BAZZANI, C. MALAGOLI, A. REGAZZONI, Valutazione delle risorse ambientali. Inquadramento e metodologie di VIA, Bologna: Edagricole, 1993
Controlli dell'apprendimento / Modalità d'esame
Sono previste lezioni seminariali di approfondimento per aspetti applicativi del corso ritenuti rilevanti e brevi esercitazioni al computer o in aula. L'esame finale è finalizzato alla verifica delle conoscenze acquisite nei confronti degli aspetti metodologici e operativi insegnati e della capacità di applicazione degli stessi all'attività progettuale. La prova è orale, della durata di circa 30 minuti, eventualmente con la discussione su esercitazioni effettuate durante il corso.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2009/10
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti