Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2007/08
03BOSBK
Meccanica applicata
Corso di Laurea in Ingegneria Dell'Autoveicolo - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Carello Massimiliana ORARIO RICEVIMENTO RC ING-IND/13 34 26 16 0 10
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ING-IND/13 6 B - Caratterizzanti Ingegneria meccanica
Obiettivi dell'insegnamento
Il modulo intende formare gli allievi sulle leggi fondamentali che regolano il funzionamento dei dispositivi meccanici e si propone di fornire le conoscenze necessarie all'analisi funzionale dei componenti meccanici e all'analisi dinamica dei sistemi meccanici. Vengono presentate le nozioni fondamentali della tribologia, descritti i principali componenti meccanici ad attrito, i pi¨ diffusi componenti di trasmissione del moto, le ruote dentate a denti diritti ed elicoidali, le ruote coniche, i rotismi, i differenziali, i cambi di velocitÓ. Viene, infine, impostata la metodologia utile per lo studio di transitori e di vibrazioni dei sistemi meccanici. La trattazione di ciascun argomento ne prevede un'esemplificazione in ambito autoveicolistico.
Competenze attese
Lo studente deve acquisire le metodologie utili per impostare lo studio della dinamica di un sistema meccanico e le conoscenze necessarie per eseguire il dimensionamento funzionale dei principali componenti meccanici.
Prerequisiti
Sono ritenute necessarie le conoscenze metodologiche ed i contenuti forniti dal corso di Meccanica di base.
Programma
Principi di tribologia. Meccanismi di usura. Tipi di attrito. Modello della forza trasmessa per attrito in funzione dello scorrimento. Cenni sulla trasmissione della forza nel contatto ruota-terreno.
Componenti meccanici ad attrito: freni e innesti a frizione. Cenni sui freni e sulle frizioni automobilistiche. Cenni sui sincronizzatori. Modello della coppia trasmessa in transitorio secondo la logica aderenza-strisciamento.
Componenti di trasmissione del moto con organi flessibili: cinghie piane, trapezoidali e dentate; catene; funi. Esempi di applicazione nei cambi continui e nelle trasmissioni automobilistiche. Trasmissione vite-madrevite.
Collegamento con giunti di trasmissione. Giunti cardanici. Giunti omocinetici.
Supporti a strisciamento, a rotolamento e lubrificati. Cenni sulle variazioni delle caratteristiche dei supporti con l'uso.
Trasmissioni a ingranaggi. Ruote dentate cilindriche a denti diritti ed elicoidali. ruote dentate coniche. Ruote dentate ad assi sghembi. Cenni su altre tipologie di ruote dentate (ipoidali, a vite senza fine).
Rotismi ordinari ed epicicloidali. Differenziali. Cambi di velocitÓ. Esempi di cambi automobilistici.
Elementi di trasmissioni a fluido. Esempi sui sistemi frenanti.
Studio di transitori nei sistemi meccanici. Sistemi motore-riduttore-utilizzatore. Caratteristiche meccaniche di motori e utilizzatori.
Laboratori e/o esercitazioni
Programma delle esercitazioni
Sono previste esercitazioni in aula mirate alla soluzione di problemi inerenti agli argomenti trattati a lezione. ╚ prevista un'attivitÓ di sviluppo di progetti di sistemi meccanici riguardanti tipiche applicazioni automobilistiche.

Programma del laboratorio
Sono previste esercitazioni su banchi dedicati alla caratterizzazione sperimentale di riduttori di velocitÓ ad ingranaggi e sistemi di trasmissione a cinghie.
Bibliografia
G. Belforte, "Meccanica Applicata alle Macchine", Levrotto & Bella, Torino, 2007.
C. Ferraresi, T. Raparelli, "Meccanica Applicata", 3░ edizione CLUT, Torino, 2007.
G. Jacazio, S. Pastorelli, "Meccanica Applicata alle Macchine", Levrotto & Bella, Torino, 2001.
Controlli dell'apprendimento / ModalitÓ d'esame
L'esame consiste in una prova scritta e in una orale facoltativa/integrativa.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2007/08
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti