Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2011/12
04AZTDN, 04AZTCC
Fondamenti di meccanica applicata
Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica - Torino
Corso di Laurea in Ingegneria Elettrica - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Manuello Bertetto Andrea ORARIO RICEVIMENTO PO ING-IND/13 0 0 0 24 11
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ING-IND/13 5 B - Caratterizzanti Ingegneria meccanica
Obiettivi dell'insegnamento

Scopi



Scopo del corso è quello di fornire e giustificare gli strumenti di base adatti all'analisi di fenomeni meccanici strettamente legati alla
progettazione ed alla verifica di sistemi meccanici.

Ogni argomento viene trattato in stretta correlazione con applicazioni in una visione generale che permetta di generalizzare la validità degli
strumenti fondamentali forniti, allo scopo di consentire al discente di applicare tali strumenti a casi anche molto diversi.

Sono analizzate applicazioni in cui si rendono evidenti le ricadute ingegneristiche degli strumenti fondamentali descritti e discussi allo scopo di
evidenziare e giustificare la più diretta applicabilità degli strumenti forniti in una visione d'insieme dell'approccio al problema
meccanico.


Prerequisiti

Sono previste le seguenti precedenze di acquisto:



Programma


  • Cinematica

    • Definizione e classificazione di macchine e meccanismi

    • Richiami di cinematica del punto materiale, cinematica del corpo rigido

    • Accoppiamenti tra corpi rigidi

    • Cinematica dei meccanismi piani

    • Cinematica dei moti relativi


  • Dinamica

    • Identificazione delle forze generalizzate in sistemi meccanici ed operazioni tra esse

    • Equazioni cardinali della dinamica

    • Lavoro ed energia

    • Impulso, Quantità di moto, Momento della quantit' di moto


  • Attrito

    • Attrito secco, introduzione al problema e modello coulombiano

    • Attrito volvente

    • Problemi dinamici di urto, attrito

    • Freni elementari

    • Supporti

    • Vite

    • Madrevite, flessibili

    • Ruote dentate e rotismi

    • Giunti ed innesti

    • Moto a regime delle macchine

    • Vibrazioni ad un grado di libertà


  • Trasmissioni

    • Ruote di frizione e ruote dentate cilindriche

    • Cenni su rotismi ordinari

    • Cenni su accoppiamento motore riduttore e carico





Di seguito si danno alcune informazioni in dettaglio, riguardo ai contenuti del corso in stretto riferimento al testo: C. Ferraresi, T. Raparelli,
Meccanica Applicata, CLUT, Torino, 1997.



  • Capitolo 1 Richiami di cinematica piana

    • Esercizi proposti (con soluzione svolta): 1.1, 1.2, 1.3, 1.4.

    • Esercizi proposti (con risultati): 1.5, 1.6, 1.7, 1.8, 1.9, 1.10, 1.11, 1.12, 1.13, 1.14, 1.15, 1.16.


  • Capitolo 2 Dinamica

    • Esercizi proposti (con soluzione svolta): 2.1,2.2, 2.3, 2.4, 2.5.

    • Esercizi proposti (con risultati): 2.6, 2.7, 2.8, 2.9, 2.10, 2.11, 2.12, 2.13, 2.14, 2.15.


  • Capitolo 3 Attrito

    • Esercizi proposti (con soluzione svolta): 3.1, 3.2, 3.3, 3.4, 3.5, 3.6.

    • Esercizi proposti (con risultati): 3.7, 3.8, 3.9, 3.10, 3.11, 3.12.


  • Capitolo 5 Trasmissione e trasformazione del moto

    • Nel paragrafo 5.4 Ruote dentate non è richiesto lo studio delle forze scambiate tra i denti.

    • Esercizi proposti (con soluzione svolta): 5.1, 5.3.

    • Esercizi proposti (con risultati): 5.4, 5.7, 5.8, 5.9, 5.10, 5.11, 5.12, 5.13, 5.14, 5.15, 5.16, 5.17.


  • Capitolo 6 Transitori e sistemi meccanici

    Non è richiesto il paragrafo 6.4 Sistemi a regime periodico.

    • Esercizi proposti (con soluzione svolta): 6.1.

    • Esercizi proposti (con risultati): 6.2, 6.3, 6.4, 6.5, 6.7, 6.9, 6.10, 6.13, 6.14, 6.15, 6.16.




Bibliografia

Testo consigliato dal docente responsabile del corso:



  • C. Ferraresi, T. Raparelli, Meccanica Applicata, CLUT, Torino, 1997


Testo complementare di consultazione:



  • G. Jacazio, S. Pastorelli, Meccanica Applicata alle Macchine, Ed. Levrotto e Bella, Torino, 2001






In rete è a disposizione una raccolta di esercizi, corredati di soluzione completa e commentata, tutti utili e fondamentali alla preparazione
dell'esame di fondamenti di meccanica teorica ed applicata. Tra questi, gli esercizi 10, 11, 16, 17 e 20 sono accessori. Questi ultimi saranno
analizzati nel dettaglio nel corso di dispositivi e sistemi meccanici.

Le dispense messe a disposizione sono state aggiornate e riviste ogni anno.


Questa raccolta di esercizi e note, prodotta ad uso interno, è
stata utilizzata per i tutorati del Corso di Diploma Universitario Teledidattico.
Ne è vietata la riproduzione e qualsiasi forma di commercializzazione.


Dispense di teoria ed esercizi svolti, realizzate dal tutore S. Pastorelli, A.A. 1999/2000

Indice dispense(formato .pdf 119 KB)


In caso di problemi è possibile accedere direttamente alla sezione contenente i file




Videocorso utilizzato: Fondamenti di Meccanica Applicata



  • Prof. Guido Belforte, Politecnico di Torino

  • Prof. Carlo Ferraresi, Politecnico di Torino

  • Prof. Massimo Sorli, Politecnico di Torino



Si indicano nel seguito le videocassette fondamentali e quelle accessorie:




  • [1.] Introduzione al corso (fondamentale)

  • [2.] Cinematica (fondamentale)

  • [3.] Cinematica del corpo rigido (parte 1) (fondamentale)

  • [4.] Cinematica del corpo rigido (parte 2) (fondamentale)

  • [5.] Accoppiamento tra corpi rigidi (fondamentale)

  • [6.] Cinematica dei meccanismi piani (fondamentale)

  • [7.] Cinematica dei moti relativi (fondamentale)

  • [8.] Operazioni su sistemi di forze (fondamentale)

  • [9.] Le forze nei sistemi meccanici (fondamentale)

  • [10.] Applicazione delle equazioni cardinali nel piano (fondamentale)

  • [11.] Lavoro ed energia (fondamentale)

  • [12.] Applicazione dell'equazione dell'energia ai sistemi meccanici (fondamentale)

  • [13.] Quantità di moto e momento della quantità di moto (fondamentale)

  • [14.] Problemi di urto e di equilibramento (fondamentale)

  • [15.] Introduzione al fenomeno dell'attrito (fondamentale)

  • [16.] Attrito radente. Coefficienti di attrito statico e dinamico. Applicazione (fondamentale)

  • [17.] Attrito nei perni. Esempi di meccanismi con attrito radente. Fenomeno dell'attrito volvente (fondamentale)

  • [18.] Modellazione dell'attrito volvente. Applicazioni con attrito volvente e radente (fondamentale)

  • [19.] Schemi elementari di freni ad attrito (accessorio)

  • [20.] Supporti a strisciamento, a rotolamento, lubrificati (parte 1) (accessorio)

  • [21.] Supporti a strisciamento, a rotolamento, lubrificati (parte 2) (accessorio)

  • [22.] Supporti a strisciamento, a rotolamento, lubrificati (parte 3) (accessorio)

  • [23.] Sistemi vite e madrevite: tipologie, azioni scambiate, rendimento e reversibilità (accessorio)

  • [24.] Vite e madrevite, tipi di flessibili, cinghie piane e trapezoidali (accessorio)

  • [25.] Tensionamento delle cinghie, cinghie dentate, tipologia delle funi (accessorio)

  • [26.] Rigidezza delle funi, paranchi, catene (accessorio)

  • [27.] Ruote dentate, ruote ad attrito, ruote ellittiche (accessorio)

  • [28.] Ruote dentate cilindriche a denti dritti (parte 1) (accessorio)

  • [29.] Ruote dentate cilindriche a denti dritti (parte 2) (accessorio)

  • [30.] Ruote dentate cilindriche a denti dritti (parte 3) (accessorio)

  • [31.] Rotismi ordinari ed epicicloidali (accessorio)

  • [32.] Riduttori di velocità (accessorio)

  • [33.] Rotismi differenziali e riduttori armonici (accessorio)

  • [34.] Accoppiamento motore-utilizzatore. Organi di collegamento. Giunti (accessorio)

  • [35.] Accoppiamento motore-utilizzatore. Organi di collegamento. Innesti (parte 1). Frizione ad attrito (accessorio)

  • [36.] Accoppiamento motore-utilizzatore. Organi di collegamento. Innesti (parte 2). Condizione di regime delle macchine (accessorio)

  • [37.] Accoppiamento motore-utilizzatore. Organi di collegamento. Transistori delle macchine (accessorio)

  • [38.] Vibrazioni. Definizioni. Elementi molla. Massa. Smorzatori (accessorio)

  • [39.] Vibrazioni libere non smorzate e smorzate di sistema a 1 Grado di libertà (accessorio)

  • [40.] Vibrazioni forzate con eccitazione armonica in sistema a 1 Grado di libertà, Risposta in frequenza (accessorio)



Controlli dell'apprendimento / Modalità d'esame

L'esame si svolge in forma di discussione orale di elaborati di analisi di sistemi meccanici proposti ai candidati nell'ambito della
applicazione delle metodologie di modellazione presentate sia nelle lezioni videoregistrate, sia sul testo, sia durante il tutorato svolto in aula.


Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami
MATERIALI PUBBLICI

Programma definitivo per l'A.A.2011/12
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti