Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2007/08
04BOSHH
Meccanica applicata
Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica - Mondovi'
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ING-IND/13 5 D - A scelta dello studente A scelta dello studente
Obiettivi dell'insegnamento
Il corso Ŕ articolato indicativamente in trenta ore di lezione e trenta ore di esercitazione in aula o in laboratorio didattico.
Scopo del corso Ŕ fornire gli strumenti necessari per la conoscenza, l'identificazione e la modellazione dei fenomeni meccanici fondamentali, dei componenti e dei sistemi meccanici.
Prerequisiti
E' richiesta la conoscenza dei contenuti dei corsi di Analisi Matematica e di Fisica.
Conoscenza dei principali componenti meccanici utilizzati nell'industria, capacitÓ di realizzare modelli funzionali di dispositivi e sistemi meccanici, capacitÓ di scelta dei componenti adatti ad applicazioni specifiche.
Programma
CINEMATICA DEI MECCANISMI PIANI: cinematica del corpo rigido, accoppiamenti tra corpi rigidi (coppia prismatica, coppia rotoidale, coppia a camma, coppia elicoidale), gradi di libertÓ, cinematica dei moti relativi, analisi cinematica di meccanismi articolati.
FORZE NEI SISTEMI MECCANICI: classificazione delle forze; reazioni vincolari, forze elastiche, forze viscose; attrito: attrito radente, attrito volvente e relativi modelli fisici; equilibrio di un sistema meccanico.
DINAMICA DEL CORPO RIGIDO NEL PIANO: geometria delle masse, riduzione delle azioni d'inerzia, equazioni cardinali, lavoro ed energia, applicazioni a sistemi meccanici.
SISTEMI VIBRANTI A UN GRADO DI LIBERT└: vibrazioni libere senza e con smorzamento, vibrazioni forzate con forzante periodica senza e con smorzamento.
DISPOSITIVI MECCANICI AD ATTRITO: ipotesi dell'usura, freni a pattino, freni a tamburo (modelli a forze concentrate), freni a disco, freni a nastro, frizioni, analisi dinamica di sistemi frenanti e di sistemi con innesto a frizione.
COMPONENTI PER LA TRASMISSIONE DEL MOTO: giunti, flessibili, ruote dentate, rotismi ordinari ed epicicloidali, sistema vite-madrevite, supporti (a strisciamento, volventi e lubrificati); analisi dinamica di accoppiamenti motore-utilizzatore variamente interconnessi.
Laboratori e/o esercitazioni
Le esercitazioni in aula consistono nella risoluzione di esercizi riguardanti gli argomenti trattati nel corso.
Si prevede inoltre di svolgere alcune esercitazioni di laboratorio su banchi didattici sperimentali e al Laboratorio Informatico.
Bibliografia
C. Ferraresi, T. Raparelli, "Meccanica Applicata", Ed. CLUT, Torino, 1997.
G. Belforte, "Meccanica Applicata alle Macchine", Ed. Levrotto & Bella, Torino, 1997.
G Jacazio, S. Pastorelli, "Meccanica Applicata alle Macchine", Ed. Levrotto & Bella, Torino, in stampa.
J.M. Meriam, L.G. Kraige, "Engineering Mechanics", Voll. 1-2, S.I. version, Wiley, N.Y., 1993.
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2007/08
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti