Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2007/08
04CQUBK
Tecnologia dei materiali e chimica applicata
Corso di Laurea in Ingegneria Dell'Autoveicolo - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Spriano Silvia ORARIO RICEVIMENTO A2 ING-IND/22 38 14 4 0 10
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ING-IND/22 5 B - Caratterizzanti Ingegneria dei materiali
Obiettivi dell'insegnamento
Il modulo si propone di correlare la natura e la microstruttura dei materiali non metallici con le loro proprietÓ, allo scopo di individuare i materiali pi¨ idonei, da un punto di vista tecnologico ed economico, per la realizzazione di componenti di interesse autoveicolistico.
Competenze attese
L'allievo deve acquisire familiaritÓ con le pi¨ comuni classi di materiali e con le loro caratteristiche strutturali e tecnologiche, al fine di poter procedere alla scelta dei materiali pi¨ convenienti per la realizzazione dei vari componenti dell'autoveicolo.
Prerequisiti
╚ ritenuta necessaria la conoscenza dei contenuti dei moduli di Chimica.
Programma
I PARTE
- La struttura cristallina dei solidi; difetti nei solidi cristallini: vacanze e dislocazioni.
- Meccanismi di rafforzamento dei materiali: soluzioni solide, seconde fasi, affinamento del grano, incrudimento, trasformazioni disordine-ordine.
- Diagrammi di stato binari.
- ProprietÓ meccaniche dei materiali: comportamento elastico, plastico, viscoelastico; comportamento a trazione, a compressione, a flessione, a fatica, al creep; durezza; comportamento a frattura: resilienza e tenacitÓ.
II PARTE
- GeneralitÓ sul petrolio, sui processi di distillazione, cracking e reforming; proprietÓ generali dei combustibili e dei carburanti: poteri calorifici, aria teorica di combustione, volume e composizione dei fumi, temperatura teorica di combustione, potenziale termico: densitÓ, volatilitÓ, numero di ottano e di cetano; benzine verdi, gasoli per autotrazione, gpl, carburanti non tradizionali; inquinamento e rimedi: marmitte catalitiche, trappole per particolato.
- Altri liquidi di interesse autoveicolistico; lubrificanti: viscositÓ, aderenza, indice di viscositÓ; cenni sui lubrificanti pastosi e solidi; liquidi per il cambio, per i freni, antigelo,detergenti.
- Laboratorio sperimentale di determinazione di caratteristiche di liquidi di interesse autoveicolistico.
III PARTE
Materiali polimerici; reazioni di polimerizzazione; materiali termoplastici e termoindurenti di interesse autoveicolistico: costituzione, proprietÓ, elaborazioni, campi di impiego.
- Materiali elastomeri per pneumatici e per antivibranti.
- Materiali polimerici filmogeni per vernici e per lacche.
- Cenni sui materiali adesivi e sigillanti.
IV PARTE
- Materiali ceramici e refrattari: formatura, sinterizzazione, proprietÓ generali, principali tipologie.
- Materiali ceramici avanzati per impieghi autoveicolistici: isolatori, sensori, supporti a nido d'ape per marmitte e trappole, turbine ceramiche, rivestimenti ceramici; materiali per celle a combustibile.
- Materiali vetrosi di interesse autoveicolistico; vetri temprati, vetri stratificati, vetri conduttori.
- Materiali compositi a matrice polimerica, metallica e ceramica; proprietÓ delle matrici e dei rinforzanti; l'interfaccia matrice-rinforzante; proprietÓ e impieghi dei compositi.
V PARTE
- Materiali e ambiente; cenni ai cicli dei materiali, al contenimento dei consumi, alla tutela dell'ambiente, al ricupero e alla riutilizzazione dei materiali a fine vita degli autoveicoli.

Laboratori e/o esercitazioni
Esercitazioni sull'indicizzazione delle direzioni e dei piani nei reticoli cristallini. - Esercitazioni sulle proprietÓ termiche dei materiali: conducibilitÓ termica, dilatazione termica, resistenza agli shock termici, capacitÓ termica, refrattarietÓ. - Esercitazioni sulle proprietÓ meccaniche dei materiali: comportamento elastico, plastico, viscoelastico; comportamento a trazione, a compressione, a flessione, a fatica, al creep; durezza; comportamento a frattura: resilienza e tenacitÓ. - Esercitazioni al calcolatore sui diagrammi di stato binari. - Laboratorio sperimentale di determinazione di proprietÓ meccaniche. Esercitazioni numeriche sui combustibili.
Bibliografia
VerrÓ messo a disposizione degli allievi materiale didattico appositamente predisposto relativamente alle lezioni, alle esercitazioni e ai laboratori.
Testi ausiliari disponibili presso la biblioteca:
W. F. Smith, Scienza e Tecnologia dei Materiali, McGraw-Hill, 1995.
W. D. Callister, Scienza e Ingegneria dei materiali, EdiSES, 2003.
Controlli dell'apprendimento / ModalitÓ d'esame
L'esame Ŕ scritto. Lo studente pu˛ chiedere una prova orale, se ha raggiunto la sufficienza nella prova scritta. L'esame scritto consiste nella risposta a 10 domande a risposta aperta di cui 2 di calcolo. Il tempo massimo a disposizione Ŕ di 120 minuti.
Gli esami orali consistono in due o tre domande poste ad ogni candidato, sviluppate attraverso la discussione o lo svolgimento di brevi calcoli.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2007/08
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti