Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2007/08
05CYAEO
Urbanistica
Corso di Laurea in Scienze Dell'Architettura - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Brunetta Grazia ORARIO RICEVIMENTO O2 ICAR/21 60 30 0 0 11
Janin Rivolin Yoccoz Umberto ORARIO RICEVIMENTO PO ICAR/20 60 30 0 0 5
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/21 6 B - Caratterizzanti Architettura e urbanistica
Obiettivi dell'insegnamento
Il corso intende sviluppare una conoscenza generale degli strumenti per il governo delle trasformazioni urbane e territoriali ed una preparazione di base per l'indirizzo progettuale ed il controllo delle principali componenti fisiche e funzionali dell'ambiente urbano.
Il processo didattico e di apprendimento è dinamico e richiede la partecipazione attiva dello studente attraverso l'organizzazione di seminari di lettura su alcuni dei temi affrontati nel corso.
Competenze attese
Formazione di un quadro di riferimento essenziale attraverso cui interpretare e praticare il rapporto pianificazione ' progettazione. In particolare, ci si aspetta che gli studenti acquisiscano sia sufficiente comprensione di linguaggio, concetti, strumentazione tecnica di base, necessari per seguire il dibattito tecnico-scientifico proprio della disciplina, sia capacità di sviluppare una corretta interazione fra progetto di architettura e regole di governo del territorio, utilizzando gli strumenti propri della disciplina urbanistica.
Prerequisiti
Gli studenti iscritti al corso devono aver sostenuto l'esame del Laboratorio di architettura e urbanistica del primo anno.
Programma
Il corso è articolato in lezioni ed esercitazioni sui seguenti temi:
a. Caratteri ed evoluzione dell'urbanistica moderna in Europa;
b. Problemi e prospettive del governo delle città e del territorio in Italia;
c. Soggetti, ruoli, strumenti di pianificazione e programmazione della città e del territorio;
d. Gli strumenti per la pianificazione e la gestione delle trasformazioni urbane e territoriali (piani urbanistici, territoriali, di settore);
e. Analisi e parametri tecnici di gestione e controllo delle prescrizioni del PRG (usi del suolo; tipi di intervento nella conservazione e trasformazione della città; standard e spazi aperti; indici urbanistico-edilizi ed ecologici; opere di urbanizzazione);
f. Strumenti e procedure tecnico-amministrative per l'intervento urbanistico ed edilizio.
Programma (Prof. U. Janin Rivolin Yoccoz)
Il corso si svolge attraverso lezioni da parte del docente. Saranno organizzati, inoltre, alcuni seminari di lettura, istruiti da gruppi di studenti con l'aiuto dei collaboratori. Gli studenti si eserciteranno, infine, nella predisposizione di una rassegna stampa relativa a eventi di attualità pertinenti ai temi affrontati dal corso. Le modalità operative dei seminari di lettura e della rassegna stampa, che costituiscono elementi utili alla valutazione degli studenti, saranno esposte in aula.

Il corso è articolato in tre moduli (sotto indicati con le lettere A/C) e affronta complessivamente nove temi (sotto indicati con i codici A1/C2). Per ciascun tema sono di seguito elencati gli argomenti di massima, che saranno oggetto delle lezioni. Sono inoltre segnalati gli argomenti dei seminari di lettura previsti.

A. Concetti e teorie
A1. Architettura e urbanistica
Origini dell'urbanistica moderna
Urbanistica come progettazione fisica
Teorie urbanistiche nel dopoguerra
Problemi e critiche

A2. Razionalità urbanistica
Approccio sistemico alla pianificazione
Pianificazione come processo razionale
Urbanistica come processo politico
Partecipazione pubblica alla pianificazione

A3. Efficacia e attuazione dell'urbanistica
Pianificazione e mercato
Problemi alla macroscala: effetti complessivi dell'urbanistica
Prospettive dell'economia politica
Problemi alla microscala: attuazione dei piani
Pianificazione come 'azione comunicativa'

A4. Attualità dell'urbanistica
Socialdemocrazia e neo-liberismo
Teorie dei regimi urbani e della regolazione
Fordismo e post-fordismo
Problemi emergenti
Urbanistica come 'tecnologia istituzionale'

Seminario di lettura 1:
Politica e tecnica

B. Istituzioni e strumenti
B1. Livelli e strumenti di pianificazione
Riferimenti costituzionali e istituzionali
Urbanistica e governo del territorio
Livelli istituzionali e competenze
Strumenti di pianificazione

B2. Piano regolatore generale
Finalità e contenuti del PRG
Zonizzazione, indici, standard e interventi ammessi
Elaborazione ed elaborati del PRG
Formazione e approvazione del PRG

B3. Attuazione del piano e nuovi strumenti
Attuazione del PRG
Programma pluriennale di attuazione
Tipi di piano attuativo
Titoli abilitativi dell'attività edilizia
Programmi urbani complessi

Seminario di lettura 2:
Giustificazione e autonomia degli elementi di piano

C. Innovazioni europee
C1. Politiche territoriali dell'Unione europea
Integrazione europea e territorio
'Coesione territoriale'
Forme e strumenti d'intervento della UE
Politiche urbane della UE e programma 'Urban'

C2. La governance territoriale comunitaria e l'urbanistica
Sistemi di pianificazione in Europa
Governance territoriale comunitaria
Strategia e controllo delle trasformazioni
Efficacia conformativa e performativa dell'urbanistica


Laboratori e/o esercitazioni

Bibliografia
Choay F. (1973), La città. Utopie e realtà, Einaudi, Torino.
Piccinato G. (1977), La costruzione dell'urbanistica. Germania 1871-1914, Officina Edizioni, Roma.
Zucconi G. (1989), La città contesa, Jaca Book, Milano
Rosini R. a cura di, (1992), L'urbanistica delle aree metropolitane, Alinea, Firenze, pp. 11'75; 115'131.
Salzano E. (1998), Fondamenti di urbanistica, Laterza, Bari.
Secchi B. (1984), Il racconto urbanistico, Einaudi, Torino
Brunetta G. (1997), Giochi negoziali nelle politiche urbane, Alinea, Firenze, pp.25'51; 102'153.
Friedmann J. (1993), Pianificazione e dominio pubblico. Dalla conoscenza all'azione, Dedalo, Bari, pp. 7'130; 241'292.
Avarello P. (2000), Il piano comunale, IlSole24Ore Edizioni, Milano.
Talia M. (2003), La pianificazione del territorio, IlSole24Ore Edizioni, Milano, pp. 259'365.
Falco L. (1999), L'indice di edificabilità, Utet, Torino.
Gabellini P. (2001), Tecniche urbanistiche, Carocci Editore, Roma, pp. 45'118.
Colombo G., Pagano F., Rossetti M. (2001), Manuale di urbanistica, IlSole24Ore Edizioni, Milano.
Testi e materiale didattico (Prof. U. Janin Rivolin Yoccoz)
I materiali per lo studio degli argomenti del corso sono costituiti da:
1. Libri di testo;
2. Tracce delle lezioni;
3. Saggi adottati per i seminari di lettura;
4. Altri testi suggeriti per eventuali approfondimenti.

1. I tre libri di seguito indicati sono adottati quali testi fondamentali per lo studio dei temi del corso, in relazione a ciascuno dei moduli in cui il corso si articola (cfr. punto 2):
A) Taylor N., Teoria dell'urbanistica dal 1945, CLUEB, Bologna 2006.
B) Golinelli P., et al., Diritto urbanistico e amministrativo. Manuale per tecnici, ICAP, Cuneo 2006.
C) Janin Rivolin U., European spatial planning. La governance territoriale comunitaria e le innovazioni dell'urbanistica, Franco Angeli, Milano 2004.
Essi vanno, pertanto, studiati integralmente, con particolare attenzione alle parti di specifico interesse in relazione agli argomenti trattati nelle lezioni.

2. Lo studio dei libri sopra indicati integra (cioè, non sostituisce) la partecipazione alle lezioni e lo studio dei relativi appunti, che gli studenti sono tenuti a raccogliere individualmente. Al fine di facilitare tale attività, il docente avrà cura di depositare la traccia di ciascuna lezione nella sezione 'Materiale' del portale web dedicato al corso. È appena il caso di richiamare che, in modo speculare a quanto detto sopra, le tracce delle lezioni integrano e non sostituiscono e i contenuti dei libri di testo.

3. I due saggi di seguito indicati saranno oggetto dei seminari di lettura, istruiti da gruppi di studenti con l'aiuto dei collaboratori (modalità da definirsi in aula):
 Mazza L., 'Politica e tecnica', in: Id., Piano, progetti, strategie, Franco Angeli, Milano 2004, pp. 134-147.
 Mazza L., 'Giustificazione e autonomia degli elementi di piano', in: Id., Progettare gli squilibri, Franco Angeli, Milano 2004, pp. 25-45.
Tali testi, la cui lettura in vista del relativo seminario è obbligatoria per tutti gli studenti (non solo per quelli incaricati dell'esposizione), saranno resi disponibili a tempo debito.

4. Altri testi (libri, saggi, articoli scientifici) saranno suggeriti nel corso delle lezioni in relazione ad alcuni degli argomenti trattati e potranno essere utilizzati dagli studenti al fine dell'approfondimento di argomenti d'esame ritenuti di particolare interesse.


Modalità di verifica dell'apprendimento (Prof. U. Janin Rivolin Yoccoz)
Gli studenti iscritti al corso devono aver superato l'esame del Laboratorio di architettura e urbanistica del primo anno.
Alla valutazione finale degli studenti contribuiscono:
a) i risultati di quattro esercitazioni in forma scritta, svolte durante il corso;
b) il giudizio sulla qualità della rassegna stampa, da consegnarsi al termine del corso;
c) il giudizio sulla partecipazione dello studente alle attività in aula (contributo al buon esito delle lezioni, interventi e contributi alla discussione nei seminari di lettura e nelle presentazioni della rassegna stampa ecc.);
d) l'esito dell'esame orale al termine del corso.

È opportuno sottolineare che, per sostenere l'esame finale, occorre:
 avere superato l'esame del Laboratorio di architettura e urbanistica (1° anno);
 avere ottenuto dal docente la certificazione di frequenza al corso;
 avere partecipato a tutte le esercitazioni scritte durante il corso;
 avere consegnato la rassegna stampa al termine del corso.


Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2007/08
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti