Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2009/10
05EARDI, 05EAREG
Chimica A
Corso di Laurea in Ingegneria Logistica E Della Produzione - Torino
Corso di Laurea in Ingegneria Dell'Organizzazione D'Impresa - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Malucelli Giulio ORARIO RICEVIMENTO O2 ING-IND/22 54 0 0 0 11
Malucelli Giulio ORARIO RICEVIMENTO O2 ING-IND/22 54 0 0 0 11
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
CHIM/07 5 A - Di base Fisica e chimica
Obiettivi dell'insegnamento
Il corso si propone di fornire le basi necessarie per la comprensione e l'interpretazione dei fenomeni chimici, della struttura e delle proprietÓ delle sostanze.
Competenze attese
Lo studente dovrebbe avere assimilato il significato di trasformazione chimica e le sue implicazioni nei processi.
Prerequisiti
Per seguire con profitto il corso sono sufficienti le nozioni di base relative alla simbologia ed alla nomenclatura elementare. Si richiede inoltre il minimo indispensabile di conoscenze di matematica e di trigonometria.
Programma
Nomenclatura dei principali composti; reazioni e calcoli stechiometrici. Leggi fondamentali della chimica. La struttura dell'atomo. Materia e stati di aggregazione: stato gassoso, stato liquido, stato solido. I e II principio della termodinamica. Termochimica: reazioni di combustione, legge di Hess. Cinetica chimica. Equilibri chimici omogenei ed eterogenei. Equilibri in soluzione. Elettrochimica: celle di elettrolisi e celle voltaiche.
Programma: informazioni integrative
Nomenclatura dei principali composti della chimica inorganica: ossidi, perossidi, idrossidi, acidi, idruri, sali. Elementi a comportamento anfotero. Reazioni e loro bilanciamento. Calcoli stechiometrici.
La materia e gli stati di aggregazione. Frazionamento dei sistemi eterogenei e omogenei.
Le leggi fondamentali della chimica: Lavoisier, Proust, Dalton, Richter. Pesi atomici e scale relative. UnitÓ di massa atomica. Nuclidi e isotopi. Legge delle combinazioni gassose. Regola di Cannizzaro. Legge di Dulong e Petit.
Lo stato gassoso: leggi fondamentali dei gas ideali e reali. Leggi di Boyle, Charles, Volta-Gay Lussac. Legge di Avogadro. Equazione di stato dei gas ideali. Gas reali: equazione di van der Waals, covolume. Leggi di Dalton, Amagat. DensitÓ assoluta e relativa di un gas. Peso molecolare medio di un miscuglio gassoso. Dissociazione termica dei gas.
Lo stato liquido. Tensione di vapore, equazione di Clausius-Clapeyron. Soluzioni: modi per esprimerne la composizione. ProprietÓ colligative: legge di Raoult, crioscopia, ebullioscopia, pressione osmotica
Lo stato solido: reticoli di Bravais. Diffrazione dei raggi X. Legge di Bragg. Classificazione dei solidi: solidi ionici, covalenti, metallici, molecolari, strutture a strati o a catene.
La struttura dell'atomo: modelli atomici di Thomson, Rutherford, Bohr-Sommerfeld. La teoria ondulatoria.
Il legame chimico: legame ionico e ciclo di Born-Haber; legame covalente (teorie del Valence Bond e Molecular Orbitals); legame metallico (modello a gas di elettroni e modello a bande).
Le reazioni di ossidoriduzione.
Cenni di termodinamica: I e II principio della termodinamica. Energia interna, entalpia, entropia, energia libera. Criteri di spontaneitÓ di una reazione chimica. Termochimica: reazioni di combustione, legge di Hess.
Cinetica chimica: reazioni elementari e reazioni complesse. Ordine di reazione e molecolaritÓ. Fattori che influenzano la velocitÓ di reazione. Energia di attivazione. Catalizzatori.
Equilibri chimici: legge dell'azione di massa, principio del l'equilibrio mobile, influenza della temperatura sulla costante di equilibrio.
Equilibri in soluzione: elettroliti, dissociazione di acidi e basi, pH e pOH. Prodotto di solubilitÓ. Idrolisi.
Elettrochimica: i potenziali standard di riduzione, celle di elettrolisi e celle voltaiche.
Laboratori e/o esercitazioni
Sono previste esercitazioni numeriche in aula che ampliano alcuni argomenti proposti nel corso, con particolare riguardo alla nomenclatura, ai calcoli stechiometrici, alle leggi dei gas, alle proprietÓ colligative, alla termochimica e agli equilibri omogenei ed eterogenei. Non sono previste esercitazioni di laboratorio.
Bibliografia
- G. Malucelli, N. Penazzi: Elementi di Chimica per l'Ingegneria, Levrotto & Bella, Torino.
Controlli dell'apprendimento / ModalitÓ d'esame
L'esame consiste in una prova scritta e in un breve colloquio orale. Per accedere alla prova orale Ŕ necessario aver superato la prova scritta. La prova scritta pu˛ essere sostituita da due accertamenti in itinere.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2009/10
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti