Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2009/10
06ASBDR
Elementi costruttivi delle macchine
Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica - Vercelli
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Gugliotta Antonio ORARIO RICEVIMENTO PO ING-IND/14 40 40 0 0 11
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ING-IND/14 7 B - Caratterizzanti Ingegneria meccanica
Obiettivi dell'insegnamento
Il corso ha lo scopo di fornire i criteri per il calcolo ed il progetto di organi di macchine fondamentali. Dopo aver descritto i principali modi di collasso di strutture e di loro componenti (statico, fatica, '), viene illustrato il progetto e la verifica di organi semplici, secondo le normative vigenti, quali assi ed alberi, organi di trasmissione del moto, collegamenti.
Competenze attese
Al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di comprendere il meccanismo di collasso a fatica e di utilizzarlo in modo appropriato nella progettazione di semplici organi di macchine. Dovrà inoltre essere in grado di comprendere, con l'aiuto di semplici modelli matematici, elementi comuni delle macchine, quali alberi, cuscinetti e collegamenti smontabili, verificarli e integrarli in un progetto di un gruppo meccanico. Dovrà infine essere in grado di svolgere le suddette attività nell'ambito di un lavoro di gruppo.
Prerequisiti
Per frequentare il corso con profitto lo studente deve aver appreso ed assimilato i contenuti degli insegnamenti di Comportamento meccanico dei materiali, Disegno tecnico industriale, Fondamenti di meccanica teorica e applicata, Meccanica applicata.
Programma
a) Metodologie di progetto: stato di tensione, fatica
Prove sui materiali. Modelli di collasso e ipotesi di rottura. Coefficiente di sicurezza. Metodologia di progetto.
Fatica dei materiali metallici, diagramma di Whoeler, influenza della tensione media, danneggiamento cumulativo. Determinazione della resistenza a termine: metodo stair case. Effetto d'intaglio, fattori di concentrazione delle tensioni, fattore di sensibilità all'intaglio. Problema del contatto localizzato tra corpi solidi, teoria di Hertz, contatto sfera pista per cuscinetto a sfere
b) aspetti di progettazione e verifica strutturale degli elementi delle macchine
Calcolo e scelta dei cuscinetti volventi, Linguette e chiavette, calcolo degli accoppiamenti scanalati.
Ruote dentate, calcolo di resistenza delle dentature.
Collegamento forzato mozzo-albero, descrizione, calcolo di resistenza, sistema ISO di accoppiamenti unificati.
Collegamenti filettati, calcoli di resistenza e diagramma di forzamento, forze sulle viti, verifica a fatica.
Laboratori e/o esercitazioni
Durante le esercitazioni saranno trattati in dettaglio gli aspetti più specifici della materia, ed in particolare la progettazione e/o verifica di singoli componenti delle macchine e la progettazione di un gruppo meccanico. Le esercitazioni saranno svolte raggruppando gli studenti in squadre di due o tre componenti. Ciascuna squadra dovrà preparare la relazione di progetto di un semplice gruppo meccanico, oltre ad una relazione contenente i testi delle esercitazioni con l'eventuale materiale di supporto e la risoluzione dettagliata dei problemi proposti. Le relazioni dovranno essere presentate all'atto dell'esame.
Bibliografia
Appunti del corso.
R.C. Juvinall, K.M. Marshek, Fondamenti della progettazione dei componenti delle macchine, Edizioni ETS Pisa
J. A. Collins, Failure of materials in mechanical design, J. Wiley.
J. E. Shigley, Mechanical engineering design, Mc Graw-Hill International Student ed. III ed.
Controlli dell'apprendimento / Modalità d'esame
Generalità
L'esame consiste in una prova scritta seguita da una prova orale. Per accedere alla prova orale il candidato deve aver superato la prova scritta con almeno una votazione di 18/30. La prova orale deve essere sostenuta nello stesso appello in cui è stata superata la prova scritta.
Lo studente che intende sostenere la prova scritta è invitato ad iscriversi alla medesima con almeno due giorni di anticipo.
Prova scritta
La prova consiste in esercizi sugli argomenti illustrati a lezione o durante le esercitazioni, e di domande su argomenti sviluppati nel corso del progetto o delle esercitazioni.
Tempo a disposizione: 2 ore.
L'esame scritto è sostenuto senza l'ausilio di libri o appunti.
L'esaminando si può ritirare entro 15 minuti dall'inizio della prova.
L'esito della prova scritta sarà comunicato mediante affissione in bacheca delle votazioni riportate. Al termine della prova scritta sarà comunicato il giorno in cui l'affissione avrà luogo.
Gli scritti corretti saranno visibili all'inizio della prova orale.
Prova orale
L'allievo potrà trasformare direttamente il voto della prova scritta in voto definitivo previa una verifica orale durante la quale egli darà prova di conoscere il contenuto delle esercitazioni e del progetto svolti durante l'anno.
L'allievo che lo desidera può comunque sostenere anche una prova orale sugli argomenti illustrati a lezione. In tal caso i risultati della prova scritta e della prova orale saranno mediati.
Per la partecipazione alla prova orale è necessario presentare le relazioni relative al progetto e alle esercitazioni.
Di norma la prova orale sarà sostenuta nella stessa settimana della prova scritta.
Note

Firma di frequenza
La firma di frequenza è subordinata alla partecipazione attiva alle esercitazioni ed alla presentazione della relazione di progetto. La relazione di progetto ha validità per un anno accademico oltre quello frequentato.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2009/10
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti