Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2007/08
09BCOGQ
Geotecnica
Corso di Laurea in Ingegneria Civile - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Lancellotta Renato ORARIO RICEVIMENTO     0 0 0 40 14
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/07 10 B - Caratterizzanti Ingegneria ambientale e del territorio
Obiettivi dell'insegnamento

Scopi



Il corso si propone di far acquisire all'allievo i principi della meccanica delle terre e delle strutture interagenti con il terreno nonché di fornire un quadro introduttivo
alla meccanica ed all'ingegneria delle rocce, con riferimento alle più recenti applicazioni dell'ingegneria civile e del territorio (versanti, opere di sostegno, gallerie e
fondazioni).

In particolare la parte del corso relativa alla Meccanica delle Terre sarà rivolta ad apprendere: la ripartizione dello stato di sforzo tra le fasi costituenti (principio degli sforzi
efficaci); imparare la distinzione tra materiali a grana grossa e materiali a grana fine, il significato delle configurazioni drenate e non drenate e le relative implicazioni e comprendere
l'influenza della storia geologica sulla risposta dei materiali naturali.

Per quanto invece concerne la Meccanica delle Rocce il corso si propone di fornire una visione dei fondamenti della meccanica e dell'ingegneria delle rocce. Dopo un approfondito esame
delle caratteristiche di comportamento fisico-meccanico delle rocce e degli ammassi rocciosi, sono passati in rassegna i principali metodi di calcolo e dimensionamento delle opere
interagenti con gli ammassi rocciosi: gallerie e cavit' sotterranee, pendii, fondazioni.


Prerequisiti

Sono previste le seguenti precedenze di acquisto:



È propedeutica la conoscenza dell'Analisi Matematica, della Geometria, della Fisica, della Meccanica Razionale e della Scienza delle Costruzioni.


Programma

Il programma della parte di corso attinente alla Meccanica delle Terre intende coprire i seguenti aspetti:



  • Origine, proprietà indice e storia geologica dei terreni.

  • Fasi e relazioni tra le fasi.

  • Classi di comportamento: proprietà indice e criteri di classificazione.

  • Caratteri dei depositi naturali.

  • Tensioni efficaci: definizione e postulato.

  • Prove edometriche: tensione di preconsolidazione e compressibilità.

  • Rappresentazione dei percorsi di carico.

  • Resistenza al taglio e deformabilit'.

  • Filtrazione nei mezzi porosi.

  • Moti di filtrazione in regime stazionario.

  • Teoria della consolidazione.

  • Le verifiche di sicurezza: teoremi della plasticità, stati di equilibrio limite attivo e passivo.

  • I procedimenti classici di Coulomb e Rankine e il calcolo pratico delle spinte.

  • Il carico limite delle fondazioni dirette.

  • Le strutture in esercizio: l'uso del metodo edometrico per il calcolo dei cedimenti delle fondazioni su terreni a grana fine.


Il programma della parte di corso attinente alla Meccanica delle Rocce intende coprire i seguenti aspetti:



  • Descrizione degli ammassi rocciosi.

  • Metodi di indagine e struttura dell'ammasso roccioso.

  • Prove di laboratorio su roccia intatta.

  • Prove di laboratorio su discontinuit'.

  • Prove in sito statiche e dinamiche.

  • Metodi di classificazione dell'ammasso roccioso.

  • Metodi di simulazione del comportamento meccanico dell'ammasso roccioso ai fini progettuali.

  • Gallerie e cavità sotterranee.

  • Pendii naturali e fronti di scavo.

  • Fondazioni su roccia.


Bibliografia

Testi consigliati dal docente responsabile del corso:



  • R. Lancellotta, Geotecnica, 3a ed., Zanichelli, 2004.

  • G. Barla, Moduli 1, 2, 3 e 4 di Meccanica delle Rocce, Politeko.




Videocorso utilizzato: Geotecnica (50 lezioni in 10 DiVX)



  • Prof. Renato Lancellotta, Politecnico di Torino

  • Prof. Giovanni Barla, Politecnico di Torino



  • [1.] Introduzione, motivazioni, genesi dei terreni
    R. Lancellotta

  • [2.] Identificazione e classificazione dei terreni
    R. Lancellotta

  • [3.] Il mezzo poroso: natura discreta e mezzo continuo
    R. Lancellotta

  • [4.] Storia geologica
    R. Lancellotta

  • [5.] Prove edometriche
    R. Lancellotta

  • [6.] Criterio di rottura, dilatanza, stato critico
    R. Lancellotta

  • [7.] Comportamento meccanico delle argille tenere (parte 1)
    R. Lancellotta

  • [8.] Comportamento meccanico delle argille tenere (parte 2)
    R. Lancellotta

  • [9.] Comportamento meccanico delle argille consistenti
    R. Lancellotta

  • [10.] Resistenza al taglio non drenata
    R. Lancellotta

  • [11.] Parametri di deformabilità
    R. Lancellotta

  • [12.] Moti di filtrazione
    R. Lancellotta

  • [13.] Moti di filtrazione in regime stazionario
    R. Lancellotta

  • [14.] Teoria della consolidazione (parte 1)
    R. Lancellotta

  • [15.] Teoria della consolidazione (parte 2)
    R. Lancellotta

  • [16.] Stati di equilibrio limite
    R. Lancellotta

  • [17.] Il calcolo delle spinte
    R. Lancellotta

  • [18.] Verifica di sicurezza delle opere di sostegno
    R. Lancellotta

  • [19.] Teoremi della plasticità e carico limite
    R. Lancellotta

  • [20.] Carico limite delle fondazioni dirette
    R. Lancellotta

  • [21.] Stabilità dei pendii
    R. Lancellotta

  • [22.] Calcolo dei cedimenti: teoria dell'elasticità
    R. Lancellotta

  • [23.] Cedimenti delle fondazioni su terreni a grana fine
    R. Lancellotta

  • [24.] Cedimenti delle fondazioni su terreni a grana grossa
    R. Lancellotta

  • [25.] Esempi di interventi di stabilizzazioni
    R. Lancellotta

  • [26.] Introduzione, programma, definizioni e campi di applicazione
    G. Barla

  • [27.] Descrizione e caratterizzazione delle discontinuità
    G. Barla

  • [28.] Indagini profonde: sondaggi
    G. Barla

  • [29.] Indagini in superficie: stendimenti
    G. Barla

  • [30.] Classificazione degli ammassi rocciosi metodo: RMR
    G. Barla

  • [31.] Classificazione degli ammassi rocciosi metodi: Q e GSI
    G. Barla

  • [32.] Prove di laboratorio su roccia (parte 1)
    G. Barla

  • [33.] Prove di laboratorio su roccia (parte 2)
    G. Barla

  • [34.] Prove di laboratorio di tipo specialistico
    G. Barla

  • [35.] Criteri di resistenza
    G. Barla

  • [36.] Resistenza al taglio delle discontinuità
    G. Barla

  • [37.] Prove in sito (parte 1)
    G. Barla

  • [38.] Prove in sito (parte 2)
    G. Barla

  • [39.] Metodi di "misura" dello stato tensionale in situ
    G. Barla

  • [40.] Modelli di simulazione
    G. Barla

  • [41.] Stima dei parametri dell'ammasso roccioso
    G. Barla

  • [42.] Metodi di analisi progettuale
    G. Barla

  • [43.] Gallerie e opere in sotterraneo
    G. Barla

  • [44.] Analisi tensio-deformative (parte 1)
    G. Barla

  • [45.] Analisi tensio-deformative (parte 2)
    G. Barla

  • [46.] Galleria circolare in mezzo elastoplastico
    G. Barla

  • [47.] Il metodo convergenza - confinamento
    G. Barla

  • [48.] Pendii naturali e fronti di scavo (parte 1)
    G. Barla

  • [49.] Pendii naturali e fronti di scavo (parte 2)
    G. Barla

  • [50.] Fondazioni su roccia
    G. Barla


Controlli dell'apprendimento / Modalità d'esame


L'esame è composto da una prova scritta della durata di due ore e da una prova orale che si terrà il giorno successivo.


Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami
MATERIALI PUBBLICI

Programma definitivo per l'A.A.2012/13
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti