Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2007/08
13AXOFC, 13AXOFA, 13AXOFI
Fisica I
Corso di Laurea in Ingegneria Elettrica - Alessandria
Corso di Laurea in Ingegneria Delle Materie Plastiche - Alessandria
Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica - Alessandria
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Pelizzola Alessandro ORARIO RICEVIMENTO AC FIS/02 56 28 28 0 7
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
FIS/01 7.5 A - Di base Fisica e chimica
Obiettivi dell'insegnamento
Gli obiettivi di questo corso di base sono:
1)Chiarire il significato di metodo scientifico e la differenza tra realtą e modello fisico
2)Abituare lo studente alla trattazione matematica di problemi reali mediante l'applicazione di ipotesi semplificative (modelli).
3)Presentare ed approfondire le leggi fondamentali della meccanica classica (cinematica e dinamica dei punti e dei corpi estesi) e della termodinamica classica (primo e secondo principio, gas ideali ecc)
4)Introdurre lo studente all'attivitą sperimentale e al problema della misura mediante semplici esperienze di laboratorio
Competenze attese
Padronanza delle leggi della meccanica e della termodinamica.
Capacitą di risolvere semplici problemi nei quali sia necessario applicare queste leggi.
Prerequisiti
Fondamenti del calcolo differenziale ed integrale e di algebra dei vettori
Programma
- Introduzione.
I fondamenti filosofici della fisica.
Il metodo scientifico.
Definizione operativa delle grandezze fisiche.
Richiami di analisi vettoriale.
Coordinate cartesiane, polari, cilindriche, sferiche.

- Cinematica del punto.
Equazione del moto e traiettoria.
Posizione, velocitą, accelerazione.
Moto rettilineo.
Moto nel piano in coordinate cartesiane, intrinseche e polari.
Moto circolare.
Composizione di moti.
Moto in 3D.

- Dinamica del punto.
Massa e forza.
Leggi di Newton.
Quantitą di moto.
Impulso e teorema dell'impulso.
Sistemi di riferimento inerziali.
Forza gravitazionale e peso. Moto dei proiettili.
Forza elastica e moto armonico.
Vincoli: tensione, forza di reazione normale, attrito statico e dinamico, forza centripeta.
Pendolo semplice.
Forza di attrito viscoso.
Momento della forza e momento angolare.
Il teorema del momento angolare per un punto materiale.


- Moti relativi.
Principio di Relativitą Galileiana.
Moti di trascinamento (rettilineo uniforme, rettilineo uniformemente accelerato, rotatorio uniforme).
Sistemi non inerziali: accelerazione centrifuga e accelerazione di Coriolis.
Esempi: i moti sulla Terra.

- Energia e lavoro.
Lavoro nel moto 1D: forza costante e forza non costante: il caso gravitazionale ed elastico.
Lavoro nel caso generale.
Teorema lavoro-energia ed energia cinetica.
Forze conservative.
Energia potenziale e sua relazione con la forza.
Conservazione dell'energia meccanica.

-Sistemi di punti materiali.
Forze interne ed esterne.
Energia e quantitą di moto totale di un sistema.
Centro di massa: definizione, velocitą, accelerazione.
Teorema della quantitą di moto e sua conservazione.
Momento angolare di un sistema. Teorema del momento angolare e sua conservazione.
Teoremi di Konig
Sistemi di forze parallele. Baricentro.

- Dinamica del corpo rigido
Definizione di corpo rigido
Corpi continui. Densitą. Calcolo del centro di massa.
Corpo rigido in pura traslazione
Corpo rigido in rotazione attorno a un asse fisso
Momento d'inerzia
Teorema di Huygens-Steiner
Pendolo composto
Moto di puro rotolamento
Leggi di conservazione per un corpo rigido. Urti tra corpi puntiformi e corpi rigidi estesi.
Equilibrio di un corpo rigido. Statica.

Meccanica dei fluidi
Definizioni: fluido, densitą di massa, pressione
Fluidostatica: pressione idrostatica, legge di Pascal, legge di Stevino, formula ipsometrica
Galleggiamento e principio di Archimede
Tensione superficiale e capillaritą
Fluidodinamica: flusso stazionario, equazione di continuitą, teorema di Bernoulli
Viscositą
Turbolenza (cenni)

Temperatura e calore
Definizioni: sistema termodinamico, ambiente, universo
Variabili termodinamiche, equilibrio, equazione di stato, trasformazioni termodinamiche
Pareti isolanti e diatermiche
Il principio zero della termodinamica
Temperatura: definizione empirica, scale termometriche
Espansione termica
Calore: calori specifici, trasformazioni di fase, calori latenti, calorimetria, scambi di calore

Il primo principio della termodinamica
Trasformazioni reversibili
Lavoro
Il primo principio
Gas ideali
Trasformazioni notevoli
Gas reali


Il secondo principio della termodinamica
Trasformazioni cicliche
Sorgenti
Macchine termiche: rendimento, esempi (ciclo Otto, Diesel, Stirling, Rankine)
Macchine frigorifere
Il secondo principio: equivalenza degli enunciati di Clausius e Kelvin-Planck
Il ciclo di Carnot diretto e inverso
Teorema di Carnot e corollario
Temperatura termodinamica assoluta
Teorema di Clausius
Entropia e irreversibilitą
Il principio dell'entropia
Entropia e disordine
Calcolo di variazioni di entropia
Laboratori e/o esercitazioni
Esercitazioni in aula (2 squadre): proposta di problemi di varia difficoltą riguardanti gli argomenti svolti a lezione, da risolvere a gruppi o individualmente, con soluzione alla lavagna.

Laboratorio (a squadre riunite): Nozioni generali sulla misura. Operazioni di misura e incertezze: cifre significative, origine dell'incertezza, accuratezza, precisione, sensibilitą. Incertezza in misure dirette: i) singola misura; ii) poche misure; iii) molte misure. Propagazione delle incertezze in misure indirette. Trattazione statistica dei dati: valor medio, deviazione standard, istogrammi. Cenni sul concetto di probabilitą. Teorema del limite centrale. Distribuzione gaussiana. Metodo dei minimi quadrati.
Laboratorio (a squadre): semplici esperienze da svolgere in piccoli gruppi: pendolo semplice, momento d'inerzia, pendolo di torsione
Bibliografia
Testo adottato:
P. Mazzoldi, M. Nigro, C.Voci ' 'Fisica' Volume 1, seconda edizione
EdiSES, Napoli

Testi accessori
J. R. Taylor ' 'Introduzione all'analisi degli errori. Lo studio delle incertezze nelle misure fisiche'
Zanichelli
Controlli dell'apprendimento / Modalitą d'esame
L'esame consta di un compito scritto (domande di teoria a risposta chiusa e aperta + problemi) e di un colloquio orale.
Durante l'esame scritto non č concesso l'uso di appunti o testi. Sarą messo a disposizione un formulario.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2009/10
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti