PORTALE DELLA DIDATTICA
1
AREA INGEGNERIA
Scheda Istituzionale
 
Presentazione del corso
 
Piano degli studi
 
Guida dello Studente
 
Dipartimento
 
Collegio
 
Risultati questionari (C.P.D.)
 
Soddisfazione dei laureandi (AlmaLaurea)
 
Condizione occupazionale (AlmaLaurea)
 
Requisiti di ammissione
 
Caratteristiche della prova finale
 
SERVIZI PER GLI STUDENTI
Servizi
 
Tasse e contributi universitari
 
Organizzazione struttura didattica
 
Rappresentanti degli studenti
 
Docenti del Corso
 
Appelli d'esame
 
SERVIZI AGGIUNTIVI
Streaming - lezioni on-line
 
ALTRE INFORMAZIONI
AIQ - Assicurazione Interna della QualitÓ
 
Glossario it-en
 
CORSO DI LAUREA DI 1░LIVELLO in INGEGNERIA DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE
Anno Accademico 2012/13
DIPARTIMENTO DI ING. MECCANICA E AEROSPAZIALE
Collegio di Ingegneria Meccanica, Aerospaziale, dell'Autoveicolo e della Produzione
Sede: TORINO/ATHLONE
Durata: 3 anni
Classe di laurea n░ L-9: INGEGNERIA INDUSTRIALE
Posti disponibili: 40 (1 riservati a studenti stranieri contingentati)
Docenti di riferimento del corso:
ROSSETTO MASSIMO   massimo.rossetto@polito.it   011/0906923
FIRRAO DONATO   donato.firrao@formerfaculty.polito.it   011/0904663
PERBOLI GUIDO   guido.perboli@polito.it   011/0907097
Corso tenuto in Italiano, Inglese
Risultati di apprendimento attesi, espressi tramite i Descrittori europei del titolo di studio
Conoscenza e capacita di comprensione (knowledge and understanding)

Le conoscenze e le capacita conseguite sono individuabili nelle seguenti aree di apprendimento

FORMAZIONE SCIENTIFICA DI BASE E INFORMATICA
Conoscenze:
- dei metodi matematici e statistici e dei fenomeni fisico-meccanici essenziali per le discipline tecnologiche;
- dei principali linguaggi di programmazione utilizzati in campo industriale ed il loro utilizzo per la soluzione di problemi matematici e di programmazione di gestione;
- dei concetti di base e dei metodi per la formulazione, modellazione matematica e risoluzione di problemi nell'ambito della gestione di organizzazioni complesse;
- delle basi dati relazionali, sui metodi della loro progettazione, realizzazione ed esercizio anche via Web;
- sui sistemi informativi aziendali.

FORMAZIONE GIURIDICA, ECONOMICA E COMMERCIALE
Conoscenza:
- della terminologia tecnica in campo giuridico - economico - commerciale e di base di diritto commerciale comparato;
- di base di diritto dell'impresa nell'ordinamento giuridico italiano, del paese dell'UniversitÓ partner, europeo e transnazionale;
- delle tipologie e della disciplina generale dei contratti di maggior interesse operativo per le imprese;
- delle regole del diritto societario italiano, del paese dell'UniversitÓ partner ed europeo in generale;
- dei concetti per l'interpretazione del funzionamento dei sistemi economici e delle diverse teorie macroeconomiche;
- dell'azienda come sistema socio-tecnico, delle variabili organizzative e non e le principali relazioni tra le stesse e con l'ambiente di riferimento;
- del funzionamento di un'azienda basandosi sulle aree funzionali o sui processi;
- delle condizioni di equilibro economico - finanziario della gestione: struttura e contenuti del bilancio d'esercizio;
- delle finalitÓ e delle metodologie dell'analisi e del calcolo dei costi e del controllo di gestione;
- dei principi base delle metodologie e degli strumenti del marketing, sia tradizionali che innovative (e-marketing);
- della differenza fra gestione del personale e gestione delle risorse umane e dell'influenza di un'efficace gestione delle risorse umane sul successo di un'organizzazione;
- delle abilitÓ interpersonali che contribuiscono all'efficacia dell'attivitÓ lavorativa;
- delle metodologie di gestione delle risorse umane;
- delle strategie per la gestione dei conflitti;
- degli obblighi giuridici delle parti (datori di lavoro e lavoratori);
- delle nozioni fondamentali nel campo dei rapporti sindacali.

FORMAZIONE TECNOLOGICA E MANAGERIALE
Conoscenza
- della terminologia tecnica in campo industriale, della norme e convenzioni del disegno tecnico e delle regole di quotatura funzionale e tecnologica;
- dei principali processi produttivi e delle problematiche relative alle tolleranze e alle catene delle tolleranze;
- dei cicli di fabbricazione e dei sistemi CAD/CAM;
- delle basi del calcolo delle sollecitazioni in elementi semplici e delle principali modalitÓ di cedimento;
- dei principi base della chimica e delle nozioni fondamentali concernenti le proprietÓ meccaniche e le caratteristiche tecnologiche dei materiali metallici e non metallici usualmente impiegati nelle applicazioni tecnologiche. Apprezzamento delle trasformazioni microstrutturali massive e superficiali derivanti dai trattamenti termici e termochimici di acciai, ghise e leghe di alluminio;
- dei metodi di formatura dei vari materiali;
- delle principali prove tecnologiche su materiali e componenti (durezza, trazione, resilienza, fatica, metallografia);
- delle nozioni e degli strumenti necessari per l'implementazione di Sistemi di Gestione della QualitÓ e dell'Ambiente secondo i requisiti delle norme in vigore (ISO 9001:2000, ISO 14001:2004, Reg.EMAS) e degli adempimenti, obblighi e responsabilitÓ delle imprese in campo ambientale;
- delle modalitÓ di applicazione dei marchi di qualitÓ ecologica (Ecolabel, EPD, etc.) e della certificazione di prodotto e di filiera;
- di base della termodinamica e sugli impianti energetici pi¨ diffusi;
- delle tecnologie oggi disponibili per un uso razionale dell'energia e per la minimizzazione degli impatti ambientali;
- dei criteri di progettazione e di gestione degli impianti industriali, dei metodi di studio e di valutazione della disposizione dei macchinari, dei trasporti interni e delle tipologie di magazzino, degli impianti tecnici, di distribuzione e di trattamento ecologico;
- delle principali norme relative alla sicurezza sul lavoro;
- della infrastruttura informatica distribuita per la integrazione dei sottosistemi di gestione correlati alla fabbricazione;
- delle metodologie di modellazione dei processi e al loro coordinamento;
- dei principali metodi di gestione, delle norme e delle tecniche utilizzate industrialmente per il raggiungimento degli obiettivi della qualitÓ: FMEA (Failure modes and effects analysis), QFD (Quality function deployment), Controllo Statistico di Processo.

MODALIT└ DIDATTICHE E DI VERIFICA
Strumento didattico prevalente Ŕ la lezione frontale; in alcuni insegnamenti si utilizzano anche visite guidate a realtÓ produttive e testimonianze aziendali con presentazione di "case history". La verifica avviene tramite esami sia scritti sia orali.

PROVA FINALE


TIROCINIO


FORMAZIONE LINGUISTICA
Tutti gli studenti seguiranno un corso da 6 crediti della lingua del Paese in cui svolgeranno il secondo anno. Ulteriori 3 crediti di inglese per gli studenti che hanno scelto la filiera francese o spagnola, ulteriori 3 crediti di francese o spagnolo per gli studenti che hanno scelto la filiera irlandese.

CREDITI LIBERI

Capacita di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)

Le capacita di applicare le conoscenze e le capacita di comprensione sono individuabili nelle seguenti aree di apprendimento

FORMAZIONE SCIENTIFICA DI BASE E INFORMATICA
CapacitÓ di applicare metodi matematici per modellare, analizzare e risolvere, anche con l'ausilio di strumenti informatici, problemi di gestione di organizzazioni complesse.
CapacitÓ di progettare e realizzare basi dati relazionali utilizzate in ambiente industriale e commerciale.
CapacitÓ di utilizzare e gestire basi dati relazionali in ambito industriale e commerciale.

FORMAZIONE GIURIDICA, ECONOMICA E COMMERCIALE
CapacitÓ di
- applicare le conoscenze in campo giuridico-economico e commerciale nelle attivitÓ aziendali.
- effettuare contabilitÓ e analisi dei costi. CapacitÓ di utilizzare l'analisi dei costi per definire decisioni aziendali e il controllo di gestione.
- identificare le opportunitÓ di marketing, di applicare i metodi per la ricerca e la selezione dei target di mercato, di identificare, valutare e applicare le strategie e le metodologie di marketing.
- applicare le metodologie di valutazione, sviluppo e valorizzazione nell'ambito della gestione delle risorse umane.

FORMAZIONE TECNOLOGICA E MANAGERIALE
CapacitÓ di:
- leggere e comprendere i disegni tecnici e i cicli di fabbricazione;
- leggere i diagrammi di stato, valutare le prestazioni tecnologiche di un materiale in relazione al suo utilizzo e di progettarne l'inserimento delle modifiche strutturali all'interno di un ciclo di lavorazione;
- operare nel contesto dei Sistemi di Gestione della QualitÓ e dell'Ambiente con particolare riferimento alla certificazione ambientale ed energetica;
- effettuare la progettazione del layout di un impianto industriale di media complessitÓ e dei principali impianti tecnici; capacitÓ di gestire gli impianti tecnici e la logistica interna ad un impianto e di assumere responsabilitÓ relativamente alla sicurezza sul lavoro;
- progettare ed utilizzare i sistemi informatici integrati di gestione all'interno di uno stabilimento;
- gestire i processi di miglioramento della qualitÓ di processo/prodotto e del controllo di processo.

MODALIT└ DIDATTICHE E DI VERIFICA
Al fine di promuovere la capacitÓ di applicare le conoscenze e la comprensione dei temi trattati a lezione lo strumento prevalente Ŕ quello delle esercitazioni in aula; in alcuni insegnamenti sono previste delle esercitazioni nei laboratori informatici. In alcuni insegnamenti sono previsti dei project work e la redazione di relazioni tecniche da sviluppare autonomamente o in piccoli gruppi. Altro strumento che viene utilizzato, in particolare presso le UniversitÓ straniere partner, quello della partecipazione a "business games", che simulano situazioni reali nel campo economico.
La verifica dell'acquisizione delle capacitÓ di applicazione pu˛ avvenire sia durante le attivitÓ didattiche sia contestualmente agli esami.

PROVA FINALE


TIROCINIO


FORMAZIONE LINGUISTICA


CREDITI LIBERI

Autonomia di giudizio (making judgements)

L'approfondimento degli aspetti fondamentali e metodologici sia in campo economico - commerciale e tecnologico permette l'autonomia di giudizio richiesta alle varie figure professionali che sono previste. In particolare viene stimolata la capacitÓ di identificare gli aspetti maggiormente rappresentativi delle problematiche affrontate e di applicare le tecniche necessarie per risolvere problemi reali.
L'autonomia di giudizio viene contestualizzata e verificata richiedendo agli studenti di sviluppare un'attitudine al "problem solving" attraverso esercitazioni e project work, in cui sono previste scelte personali nella soluzione dei problemi proposti, e viene applicata sistematicamente durante il tirocinio obbligatorio in azienda e verificata nella redazione della prova finale.

Abilita comunicative (communication skills)

Il percorso prevede l'obbligo della conoscenza dell'inglese (con la certificazione IELTS con punteggio almeno 5 o equivalenti) e di una seconda lingua straniera. La permanenza per un intero anno presso un'UniversitÓ straniera e il tirocinio svolto di norma nel paese straniero garantiscono la capacitÓ di comunicare efficacemente anche in contesti culturali diversi.
La formazione trasversale consente di comunicare efficacemente sia nell'ambito tecnico ingegneristico sia nell'ambito economico commerciale e di porsi come tramite fra gli specialisti dei due settori.
Le esercitazioni, spesso svolte in piccoli gruppi, e i project work previsti in alcuni corsi, specie nelle UniversitÓ straniere, stimolano l'attitudine a lavorare in team multinazionale e a mettere in gioco le proprie convinzioni e in alcuni casi di trovare soluzioni che siano sintesi di esigenze diverse.
L'obbligo di presentare la relazione di tirocinio in lingua straniera e la prova finale sostenuta in lingua italiana permettono di verificare la capacitÓ di comunicare in ambito tecnico sia in forma scritta sia in forma orale in modo efficace sia in italiano sia in lingua straniera.

Capacita di apprendimento (learning skills)

Le conoscenze fondamentali e le capacitÓ metodologiche acquisite nel corso degli studi forniscono gli strumenti per un rapido apprendimento della cultura dell'azienda in cui il laureato si troverÓ ad operare e delle conoscenze specifiche che lo renderanno rapidamente operativo.
La cultura giuridico - economica - commerciale e quella tecnologica acquisite consentiranno l'aggiornamento continuo delle conoscenze e la capacitÓ di affrontare le nuove situazioni che potranno presentarsi durante la vita lavorativa.
La capacitÓ di apprendimento non formale viene stimolata anche attraverso project work gestiti all'interno di alcuni insegnamenti; il tirocinio Ŕ un'occasione tangibile di "learning by doing" in quanto stimola la capacitÓ di apprendere dal confronto con problemi di tipo reale.
Il raggiungimento di questi obiettivi viene verificato negli esami e consentirÓ al laureato, oltre alla capacitÓ di aggiornamento nel mondo del lavoro, la prosecuzione degli studi ad un livello superiore con una adeguata preparazione.



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti