Corsi di Laurea
Per classe
Per denominazione

CORSO DI LAUREA DI 1░LIVELLO IN INGEGNERIA BIOMEDICA

Anno Accademico 2005/06

Istituito per la prima volta nella forma attuale nell'A.A. 2004/05

INGEGNERIA I

Naviga nel Sito del corso di studio


Sede: TORINO

Classe di laurea n░ 10: INGEGNERIA INDUSTRIALE


Corso tenuto in Italiano


_______________________________________________________________________________

Durata e sede

Durata: 3 anni
Gli studenti del 1░ anno frequenteranno le lezioni in Corso Duca degli Abruzzi 24 e le esercitazioni presso l┐Alenia - Corso Francia 366. Le lezioni del 2░ e del 3░ anno si terranno presso la sede di Corso Duca degli Abruzzi 24.
Sede: Torino - C.so Duca degli Abruzzi 24
Segreteria Didattica: Segreteria didattica dell'Area Sud

Profilo della professione

Il laureato in Ingegneria biomedica si occupa di gestione delle apparecchiature biomediche; di sviluppo e adattamento di protesi; di supporto tecnico alla vendita, alla progettazione, alla produzione e alla valutazione funzionale di strumentazione, dispositivi e impianti medicali, materiali naturali ed artificiali, tessuti, apparati e organismi; di biomateriali; di informatica medica.Al termine della laurea specialistica è inoltre in grado di inserirsi all┐interno di centri di ricerca nel settore della bioingegneria.
Aspetti qualificanti
Le apparecchiature biomediche, grazie allo sviluppo tecnologico degli ultimi anni, sono in grado di fornire una quantità sempre maggiore di informazione e di supporto al medico in tutte le sue attività. Le prestazioni sempre più sofisticate si accompagnano però a un aumento di complessità delle apparecchiature, che richiedono così un intervento specialistico sia per la gestione (acquisto, manutenzione, sostituzione) che per l┐addestramento all┐uso. L┐ingegnere biomedico è la figura professionale in grado di svolgere queste attività tanto all┐interno delle strutture sanitarie quanto all┐interno delle aziende del settore.
Bisogna poi considerare che la "richiesta di salute" è in crescita,, per via dell┐aumento della durata media della vita e del miglioramento della qualità della vita. Tutti questi elementi concorrono a spiegare il costante aumento della richiesta di ingegneri biomedici, rilevato da numerosi studi a livello internazionale.
Possibilità di lavoro
Il laureato in Ingegneria biomedica trova impiego nelle strutture sanitarie pubbliche e private, nelle officine ortopediche, nelle industrie e nelle aziende che svolgono attività tecnico-commerciale nel settore.

Percorso formativo

Gli insegnamenti La professione dell┐ingegnere biomedico richiede l┐apprendimento di un ampio spettro di materie scientifiche di base (matematica, fisica, chimica, disegno, informatica di base, fisiologia): tutti questi insegnamenti sono proposti al primo anno del percorso formativo. Il secondo anno è dedicato allo studio delle materie ingegneristiche di base che vanno dall┐elettronica alla meccanica. La fine del secondo anno e il terzo anno sono dedicati agli argomenti specifici, quali i biomateriali, la strumentazione biomedica, l┐informatica medica, la biomecca- nica,l┐ergonomia. Inoltre, all┐interno del percorso formativo lo studente può scegliere tra insegnamenti di approfondimento sui dispositivi biomedici, la meccanica cellulare, gli impianti ospedalieri e la gestione delle tecnologie sanitarie. Il percorso formativo è completato da materie gestionali e dalla lingua inglese.
I laboratori
Quasi tutti gli insegnamenti prevedono attività di laboratorio.
Altre attività
Sono previste visite guidate presso aziende del settore. Inoltre, grazie alla convenzione tra Politecnico e Azienda Ospedaliera San Giovanni Battista, gli studenti, suddivisi in piccoli gruppi, possono visitare reparti e assistere ad interventi chirurgici all┐interno delle sale operatorie dell┐ospedale.

Caratteristiche della prova finale

L'esame finale consiste nella discussione pubblica di una tesi o di una prova di sintesi scritta. In ogni caso la valutazione del candidato avviene integrando le risultanze dell'intera carriera scolastica con il giudizio sull'esame finale.

Proseguimento su Laurea specialistica

Con la laurea in Ingegneria biomedica si può accedere senza debiti formativi al corso di laurea specialistica in Ingegneria biomedica.
La laurea specialistica prevede un insieme di insegnamenti comuni che rappresentano l┐approfondimento delle conoscenze interdisciplinari (biomateriali, analisi di segnali e dati biomedici, sistemi di supporto alla vita,...). Esistono due percorsi formativi: uno che approfondisce gli aspetti della bioingegneria elettronica e informatica, e l┐altro che approfondisce gli aspetti della bioingegneria industriale. Entrambi i percorsi prevedono insegnamenti a scelta che consentono allo studente, compatibilmente con i moduli attivi, di personalizzare il proprio percorso in funzione degli interessi personali.
Gli ambiti professionali tipici per i laureati specialisti sono quelli della progettazione, della innovazione, della produzione e della gestione della tecnologia biomedica.
I laureati che provengono dal Percorso bioingegneria industriale hanno le competenze necessarie per lavorare sia nell┐ambito della progettazione e della valutazione funzionale di strumenti, dispositivi ed impianti medicali, sia in quello della progettazione, dell┐affinamento e delle applicazioni di materiali naturali e artificiali. Sono inoltre in grado di occuparsi dello studio dell┐interazione uomo-macchina e uomo-ambiente di lavoro, studio che costituisce il principale campo di interesse dell┐ergonomia.
I laureati che hanno seguito il Percorso bioingegneria elettronica ed informatica hanno sviluppato conoscenze e competenze negli ambiti dei microsistemi, dell┐analisi di bioimmagini, dei microsensori, dell┐informatica medica, e possono occuparsi di gestione, progettazione sicura e sperimentazione clinica della strumentazione biomedica.
In alcuni casi è prevista anche la possibilità di conseguire un titolo di doppia laurea con altre università europee.
I laureati specialisti possono trovare occupazione in industrie del settore biomedico e farmaceutico, produttrici e fornitrici di sistemi, apparecchiature e materiali per diagnosi, cura e riabilitazione; in aziende ospedaliere pubbliche e private; in società di servizi per la gestione di apparecchiature e impianti medicali, in aziende che producono sistemi informativi sanitari e strumenti per la telemedicina, in laboratori clinici specializzati, in centri di ricerca.

FAQ

Con la laurea in Ingegneria biomedica ci si può occupare di ingegneria genetica? No, l┐ingegneria genetica è patrimonio prevalente di altre figure professionali (genetisti e biologi). Al termine della laurea specialistica l┐ingegnere biomedico sarà però in grado di sviluppare strumentazione (ad esempio microarray per l┐analisi del DNA), utilizzabili nell┐ambito dell┐ingegneria genetica.
Come si integrano le competenze dell┐ingegnere con quelle del medico? L┐ingegnere biomedico di qualsiasi livello deve essere in grado di capire e di parlare il linguaggio del medico. Inoltre deve saperlo assistere nella scelta e nell┐uso corretto della tecnologia. Al termine della laurea specialistica l┐ingegnere biomedico è anche in grado di collaborare con il medico per aspetti di ricerca.
L┐ingegnere biomedico ha rapporti diretti con i malati che usufruiscono, per esempio, delle protesi da lui progettate? In generale l┐ingegnere biomedico non ha rapporti diretti con i pazienti, ma in alcuni casi può trovarsi a interagire con essi. Un esempio è quello delle ortesi (ad esempio i plantari): ogni ortesi deve essere adattata all┐individuo che la dovrà portare, per cui si parte da un prototipo che viene poi modificato in funzione delle caratteristiche specifiche del soggetto. Questo compito può essere svolto dall┐ingegnere biomedico. Un altro caso in cui l┐ingegnere biomedico può trovarsi a interagire con il paziente è nella fase di addestramento all┐uso di un nuovo strumento. Parecchi strumenti sono così complessi da richiedere una fase più o meno lunga di addestramento del personale medico e paramedico per essere utilizzati al meglio: questo addestramento è un possibile compito dell┐in- gegnere biomedico.
Perché tra gli insegnamenti non ci sono medicina o biologia? Le conoscenze necessarie all┐ingegnere biomedico per interagire con il mondo della medicina vengono fornite inizialmente nel corso di Fisiologia con elementi di anatomia, e successivamente all┐interno degli insegnamenti specifici.