CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO

Anno Accademico 2007/08

Istituito per la prima volta nella forma attuale nell'A.A. 2004/05

INGEGNERIA I

Naviga nel Sito del corso di studio


Sede: TORINO

Classe di laurea n 38/S: INGEGNERIA PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO


Corso tenuto in Italiano


_______________________________________________________________________________

Durata e sede

Durata: 2 anni
Sede: Torino - C.so Duca degli Abruzzi 24

Profilo della professione

La laurea specialistica in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio si pone come obiettivi la progettazione, il controllo e la regolazione dei processi, delle opere e delle infrastrutture che comportano modificazioni dell'ambiente; essa pertanto mira a formare competenze professionali nei settori dell'ambiente, del territorio, e delle risorse in essi contenute e della geoingegneria.
La specificità di questo corso di laurea è incentrata sulla necessità di disporre di una figura professionale in grado di contemperare lo sviluppo produttivo con la tutela dell'ambiente, la pianificazione, la gestione e la riorganizzazione del territorio.

Ambiti occupazionali previsti per i laureati

I laureati in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio troveranno sbocchi professionali in imprese, enti pubblici e privati e studi professionali preposti alla progettazione, pianificazione, realizzazione e gestione di opere di ingegneria e di sistemi di controllo e monitoraggio del territorio relativi alle materie prime, alle risorse, alle infrastrutture di servizio, alla gestione dei rifiuti, alla valutazione degli impatti e della sostenibilità.

Caratteristiche della prova finale

1. Per essere ammesso all'esame finale per il conseguimento del titolo lo studente deve aver superato gli esami di tutti gli insegnamenti previsti per il corso di studi cui è iscritto.
2. Per il conseguimento della laurea l'esame finale consiste nella discussione pubblica di una relazione scritta o di una tesi. Per il conseguimento della laurea specialistica l'esame finale consiste nella discussione pubblica di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore. In ogni caso la valutazione del candidato avviene integrando le risultanze dell'intera carriera scolastica con il giudizio sull'esame finale.
3. Le strutture didattiche competenti deliberano sulla composizione delle Commissioni che conferiscono il titolo accademico e sui criteri orientativi per la valutazione combinata delle prove finali e dell'intero curriculum degli studi ai fini della determinazione del voto finale.
4. Le Commissioni per l'esame di laurea sono composte da almeno cinque e da non più di sette membri, compreso il Presidente. Le Commissioni per l'esame finale di laurea specialistica sono composte da almeno sette e da non più di undici membri, compreso il Presidente. In entrambi i casi la maggioranza dei membri è costituita da professori ufficiali o da ricercatori confermati. Le Commissioni dispongono di centodieci punti; la lode può essere concessa soltanto all'unanimità qualora il voto finale sia centodieci. Per la tesi presentata per il conseguimento della laurea specialistica può essere concessa la dignità di stampa, soltanto qualora il voto finale sia centodieci e lode e la commissione sia unanime.

Requisiti per l'accesso alla laurea specialistica

Curriculum di laurea interamente riconosciuto per accesso alla laurea specialistica: Laurea in Ingegneria per l'ambiente e il territorio a Torino.