CORSO DI LAUREA DI 1°LIVELLO IN INGEGNERIA ELETTRONICA

Anno Accademico 2007/08

Istituito per la prima volta nella forma attuale nell'A.A. 2006/07

INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE

Struttura organizzativa della Facolta


Sede: MONDOVI'

Classe di laurea n° 9: INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE


Corso tenuto in Italiano


_______________________________________________________________________________

Durata e sede

Durata: 3 anni
Sede: Mondovi' (CN) - Via Cottolengo 29 12084
Segreteria didattica: Segreteria di Mondovì

Profilo della professione

Il laureato in Ingegneria elettronica opera nella progettazione, ingegnerizzazione, produzione, esercizio e manutenzione di sistemi elettronici con applicazioni all¿automazione, alle telecomunicazioni, alle reti, e in generale tutto quanto viene oggi etichettato come "digitale".
L¿ingegnere elettronico può inoltre gestire o dirigere laboratori o linee di produzione, occuparsi di promozione, vendita e assistenza tecnica.
Aspetti qualificanti
L¿attività centrale dell¿ingegnere elettronico è la progettazione; questo vuol dire:

  • possedere solide conoscenze ingegneristiche di base;
  • conoscere le caratteristiche di componenti, apparati e sistemi;
  • saper dirigere, coordinare e gestire laboratori e sistemi di produzione.

Queste competenze di alto profilo consentono una collocazione anche al di fuori del settore produttivo elettronico.
Possibilità di lavoro
Chi si laurea in Ingegneria elettronica può operare sia in aziende che producono oggetti e sistemi di tipo elettronico (ad esempio calcolatori e telefonini), sia in aziende che utilizzano l¿elettronica nei propri prodotti: automazione di impianti, telecomunicazioni terrestri e satellitari, autoveicolo, applicazioni domestiche.
L¿esplosione della domanda di personale qualificato nel settore delle tecnologie per il trattamento e la trasmissione dell¿informazione assicura ampi sbocchi occupazionali ai laureati elettronici.

Percorso formativo

Gli insegnamenti
Il percorso formativo fornisce la conoscenza delle principali caratteristiche di componenti, apparati e sistemi, e offre allo studente strumenti che lo metteranno in grado di:

  • identificare e formulare i problemi ingegneristici utilizzando metodi, tecniche e strumenti aggiornati;
  • applicare a casi concreti le metodologie di analisi e di progetto tipiche del settore;
  • impostare e condurre esperimenti e interpretarne i risultati;
  • comprendere i contesti aziendali e i loro aspetti economici, gestionali e organizzativi;
  • lavorare in gruppo e comunicare efficacemente in modo scritto e orale, anche in un contesto internazionale.

Il primo anno di studio è caratterizzato dalle discipline di base nell¿ambito matematico, fisico, chimico e informatico, ed è completato dallo studio dell¿inglese e dalla cultura generale.
Il secondo anno prevede principalmente insegnamenti di informatica, telecomunicazioni, elettrotecnica, elettronica e automazione, con complementi di matematica e cultura generale. Il terzo anno contiene prevalentemente materie specialistiche di tipo elettronico, con taglio progettuale.
In alternativa allo stage sono previsti corsi per facilitare comunque l¿inserimento nel mondo del lavoro.

La sede di Mondovì offre un orientamento "Meccatronica"
in cui le competenze caratteristiche del corso di laurea in elettronica sono integrate con approfondimenti specifici nel campo dei sistemi meccanici e dell¿ Automazione. Il laureato triennale potrà così operare anche nella progettazione di sistemi meccatronici e robotici.
I laboratori
I laboratori prevedono un¿attività sperimentale con apparecchiature di tipo informatico (calcolatore) o di altro tipo quali oscilloscopi e generatori di segnali, in analogia con l¿ attività professionale dell¿ingegnere. Numerosi insegnamenti prevedono come parte integrante laboratori di misura e di progettazione di sistemi elettronici.
Altre attività
A integrazione di alcuni insegnamenti sono organizzate visite guidate ad aziende.

Caratteristiche della prova finale

Per il conseguimento della laurea l¿esame finale consiste nella discussione pubblica di una relazione scritta o di una tesi. Per il conseguimento della laurea specialistica l¿esame finale consiste nella discussione pubblica di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore. In ogni caso la valutazione del candidato avviene integrando le risultanze dell¿intera carriera scolastica con il giudizio sull¿esame finale.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il Manifesto degli Studi.

Proseguimento su Laurea specialistica

Dopo la laurea si può accedere senza debiti formativi al corso di laurea specialistica in Ingegneria elettronica.
Se si passa a un altro corso specialistica della III Facoltà di Ingegneria, eventuali carenze formative sono sanate con vincoli sugli insegnamenti opzionali all¿interno del piano di studi della laurea specialistica.
Corso di laurea specialistica in Ingegneria elettronica
La laurea specialistica in Ingegneria elettronica è organizzata secondo tre percorsi, corrispondenti a differenti orientamenti applicativi. Il piano degli studi comprende un insieme di moduli comuni ai tre percorsi, e moduli differenziati.
Sono previsti 3 percorsi in lingua italiana (Wireless, Sistemi, Tecnologie micro e optoelettroniche), un percorso in Lingua inglese (Electronic Engineering) e due Master internazionali (Communication Systems engineering ed Electrical Engineering and Computer Science).
ll Percorso wireless ha come obiettivo una formazione focalizzata sull¿elettronica per il settore dei sistemi di comunicazione wireless (sistemi cellulari, sistemi satellitari,...) e wireline (sistemi in fibra ottica, LAN, WAN). Gli argomenti trattati comprendono: l¿elettronica digitale, l¿elettronica analogica per RF e microonde, la componentistica integrata.
Il Percorso sistemi fornisce competenze per il progetto di sistemi complessi in cui la parte digitale deve essere integrata con strutture analogiche di conversione e di interfacciamento. Vengono presentate metodologie che permettono di inserirsi con competenza a tutti i livelli del progetto.
Il Percorso tecnologie micro e optoelettroniche ha come obiettivo la formazione nel settore delle tecnologie elettroniche e più in generale nelle microtecnologie. Vengono trattati la modellistica dei dispositivi e delle strutture, e la loro caratterizzazione elettrica, termica e strutturale.
Il Master of science in Electronic engineering prevede tutti i corsi presso il Politecnico in lingua inglese.
Il Master of science in Communication systems engineering prevede un primo anno a Torino e la prosecuzione presso l¿INPG di Grenoble. Tutti i corsi sono in lingua inglese.
Il Master of science in Electrical engineering and computer science prevede corsi a Torino, in collaborazione con l¿Università dell¿Illinois a Chicago, e tesi presso l'Università dell'Illinois. Tutti i corsi sono in lingua inglese.

FAQ

Che cosa distingue Ingegneria elettronica dalle altre ingegnerie dell¿informazione? La maggior parte delle applicazioni elettroniche utilizza tecnologie digitali, cioè lavora su variabili binarie, di solito espresse attraverso i simboli 0 e 1. L¿Ingegnere elettronico è in grado di analizzare e soprattutto progettare la realtà fisica che sta dietro questi simboli: tensioni, correnti, campi elettromagnetici e componenti integrati. Questo gli permette di poter sfruttare al meglio le risorse offerte dalle tecnologie dell¿informazione.
Che differenza c¿è tra il corso di laurea in Ingegneria elettronica e il corso di laurea in Ingegneria elettrica? Il corso di Ingegneria elettronica descrive in prevalenza metodologie e applicazioni a potenza più bassa (ad esempio per calcolo, telecomunicazione, controllo), trattando diversi aspetti, da quelli sistemistici ai principi fisici di funzionamento dei dispositivi integrati. Il corso di Ingegneria elettrica è focalizzato su metodologie e applicazioni in cui deve essere gestita una potenza elettrica elevata.