CORSO DI LAUREA DI 1°LIVELLO IN INGEGNERIA INFORMATICA

Anno Accademico 2009/10

Istituito per la prima volta nella forma attuale nell'A.A. 2001/02

INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE

Struttura organizzativa della Facolta


Sede: VERCELLI

Classe di laurea n° 9: INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE


Corso tenuto in Italiano


_______________________________________________________________________________

Durata e sede

Durata: 3 anni
Sede: Vercelli - Piazza Sant¿Eusebio 5
Segreteria didattica: Segreteria didattica di Vercelli

Profilo della professione

Il laureato in Ingegneria informatica si occupa dei sistemi informatici e delle loro applicazioni. Si va dalla progettazione, produzione ed esercizio di sistemi di elaborazione dell¿informazione alla direzione e gestione di laboratori e sistemi informativi aziendali, alle attività di promozione, vendita e assistenza tecnica di prodotti e servizi informatici. Ad esempio, il laureato in Ingegneria informatica può essere un progettista di sistemi software e hardware, un analista-programmatore di applicazioni informatiche e telematiche, un sistemista di software applicativo e reti di calcolatori.
Aspetti qualificanti
La realtà tecnologica e industriale piemontese, e della provincia di Torino in particolare, si colloca nelle prime posizioni a livello europeo per quanto riguarda l¿informatica e l¿automatica, come evidenziato dal numero di calcolatori, robot e impianti di automazione installati. La richiesta di esperti del settore è quindi particolarmente elevata. Le competenze dell¿ingegnere informatico possono inoltre essere impiegate nelle aree di confine con l¿informatica, quali le telecomunicazioni e l¿elettronica, negli impianti di produzione delle industrie manifatturiere, e nella gestione di aziende pubbliche o private.
Possibilità di lavoro
Il laureato in Ingegneria informatica trova impiego:

  • nelle aziende che sviluppano prodotti e servizi informatici e telematici;
  • nelle industrie dei più svariati settori produttivi che fanno uso di tecnologie informatiche nelle diverse fasi del ciclo di vita dei loro prodotti;
  • nei centri di ricerca e di formazione nelle discipline informatiche;
  • nei settori della pubblica amministrazione che forniscono o usano servizi basati su tecnologie informatiche e telematiche (ad esempio nella comunicazione tra uffici pubblici e cittadini o aziende, nella comunicazione tra amministrazioni centrali e locali, eccetera).

Percorso formativo

Gli insegnamenti comuni a tutti i percorsi formativi
La parte del corso di studi comune a tutti i percorsi formativi prevede insegnamenti che forniscono conoscenze scientifiche di base (matematica, chimica, fisica), insegnamenti riguardanti aspetti economici e sociali, e materie specifiche del corso di laurea in ingegneria informatica (che comprendono più del 50% del carico didattico).
Gli insegnamenti caratterizzanti i diversi percorsi formativi
Il Percorso generalista sviluppa maggiormente le competenze strettamente informatiche e costituisce il percorso preferenziale per il conseguimento della laurea specialistica in Ingegneria informatica (tutti i 180 crediti sono riconosciuti per il proseguimento degli studi nella laurea specialistica). Caratterizzante il percorso è lo studio dei sistemi a microprocessore, la programmazione in ambienti distribuiti e la tecnologia delle basi di dati. A questi insegnamenti si aggiunge un progetto speciale di informatica (lo sviluppo di un progetto hardware/software finalizzato ad integrare e concretizzare le conoscenze acquisite).
Il Percorso professionalizzante sviluppa maggiormente una serie di competenze affini all¿informatica e, pur non escludendo il conseguimento di lauree specialistiche, costituisce il percorso preferenziale per l¿immissione diretta nel mondo del lavoro. Gli insegnamenti caratterizzanti sono a scelta da un elenco che comprende insegnamenti di informatica, elettronica, telecomunicazioni, automatica, ricerca operativa.
I laboratori
Sono previsti un laboratorio di informatica di base, un laboratorio didattico chimico-fisico e laboratori didattici sperimentali di elettronica.

Caratteristiche della prova finale

Per il conseguimento della laurea l'esame finale consiste nella discussione pubblica di una relazione scritta o di una tesi. Per il conseguimento della laurea specialistica l'esame finale consiste nella discussione pubblica di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore. In ogni caso la valutazione del candidato avviene integrando le risultanze dell'intera carriera scolastica con il giudizio sull'esame finale.

Proseguimento su Laurea specialistica

Dopo la laurea si può accedere senza debiti formativi al corso di laurea specialistica in Ingegneria informatica a Torino. Chi proviene dal Percorso professionalizzante si può iscrivere ad una laurea specialistica acquisendo i crediti mancanti.
Corso di laurea specialistica in Ingegneria informatica (Torino)
Il laureato specialista in Ingegneria informatica possiede gli strumenti metodologici per progettare e realizzare i processi di innovazione propri degli ambiti della ricerca applicata nel contesto delle tematiche dell¿elaborazione dell¿informazione. La padronanza delle competenze ingegneristiche gli consente di impiegare strumenti e metodologie consolidate nell¿area del trattamento dell¿informazione per ottenere soluzioni appropriate nel campo dei sistemi reali: è quindi in grado di pianificare e realizzare sistemi informativi complessi per la gestione delle attività di tutti i sistemi che richiedono competenze diversificate, integrando efficacemente hardware, sistemi operativi, basi di dati, ingegneria del software, servizi di comunicazione, reti telematiche e interfacce uomo-macchina. Le conoscenze tecnologiche gli consentono di realizzare sistemi multimediali complessi, anche virtuali, orientati a tutti i campi di applicazione.
La formazione tecnico-scientifica è completata dalle competenze relazionali ed economico-sociali, che consentono al laureato specialista di operare in sedi internazionali di elevato profilo professionale.
I laureati specialisti possono trovare occupazione in industrie informatiche di hardware e software, in industrie per l¿automazione e la robotica, in imprese che si occupano di sistemi informativi e di reti di calcolatori, in imprese di servizi e nella pubblica amministrazione.

FAQ

Che differenza c¿è tra il corso di laurea in Ingegneria informatica e il corso di laurea in Informatica? Il corso di laurea in Ingegneria informatica è inserito nelle facoltà di Ingegneria, mentre quello in Informatica è inserito nelle facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali. La differenza tra i due corsi di laurea rispecchia quindi la differenza tra le due facoltà: mentre lo scopo principale della scienza è approfondire la conoscenza di base in un determinato settore, l¿obiettivo principale dell¿ingegneria è coniugare la conoscenza di base con l¿innovazione tecnologica. Pertanto un laureato in Informatica è orientato prevalentemente all¿approfondimento dei fondamenti logico-matematici dell¿informatica e alle loro applicazioni nello sviluppo di strumenti informatici, mentre il laureato in Ingegneria informatica è orientato alla progettazione, al dimensionamento e alla conduzione di impianti di elaborazione. Naturalmente queste considerazioni hanno carattere del tutto generale e richiedono valutazioni più dettagliate nel momento in cui si faccia riferimento a specifici corsi di laurea, anche tenendo conto dell¿ampia autonomia con cui le varie sedi universitarie definiscono la loro offerta formativa nel nuovo ordinamento.