Corsi di Laurea magistrale
Per denominazione

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA GESTIONALE

Anno Accademico 2009/10

Istituito per la prima volta nella forma attuale nell'A.A. 2003/04

ORGANIZZAZIONE D'IMPRESA E INGEGNERIA GESTIONALE

Struttura organizzativa della Facolta

Naviga nel Sito del corso di studio


Sede: TORINO

Classe di laurea n 34/S: INGEGNERIA GESTIONALE

Referente del corsox:
FRANCESCHINI FIORENZO
fiorenzo.franceschini@polito.it
011/5647225


Corso tenuto in Italiano


_______________________________________________________________________________

Durata e sede

Durata: 2 anni

Sede: Torino C.so Duca degli Abruzzi, 24

Profilo della professione

Obiettivo del Corso è formare un laureato culturalmente preparato sul fronte tecnologico e su quello economico-manageriale. Mentre le tematiche economico-manageriali hanno valenze in gran parte comuni a tutte le aree dell'ingegneria, quelle tecniche sono caratterizzate da marcate differenze che rendono problematica l'individuazione, a livello specialistico, di un denominatore comune.
Per tale motivo, il Corso di laurea in Ingegneria Gestionale, che è offerto a tutti i laureati di primo livello in Ingegneria, si compone di due parti:

  • la prima, eguale per tutti gli iscritti, sviluppa le tematiche che, congiuntamente, costituiscono l'ossatura della formazione economico-gestionale;
  • la seconda, che si articola in indirizzi, consente all'allievo di scegliere il settore ove completare la propria formazione tecnico-economica.

Nella prima parte trovano adeguato spazio l'area metodologica, l'area economica e l'area organizzativo-manageriale. L'area metodologica fornisce allo studente le necessarie competenze sui metodi quantitativi utilizzati nell'Ingegneria Gestionale; l'area economica assicura le basi indispensabili per interpretare il funzionamento del sistema economico, in ottica macroeconomica e di impresa; l'area organizzativo-manageriale cura gli strumenti di base per la gestione aziendale.
Gli indirizzi presenti nella seconda parte includono i principali settori dell'ingegneria, quali quello industriale e quello dell'informazione, insieme a nuovi settori, quali l'economico-finanziario. Ciascun indirizzo propone sia materie tecnologiche proprie del settore di appartenenza, sia materie economico-organizzative e culturali che trovano una particolare applicazione nel medesimo settore. Nella didattica di questo segmento ampio spazio è dedicato ad attività complementari alle lezioni tradizionali, quali stages e visite aziendali, seminari, discussione di casi di studio.

Ambiti occupazionali previsti per i laureati

La figura professionale formata da tale corso è molto ambita dal mercato del lavoro in quanto capace di coniugare le problematiche tecniche con quelle economiche e di fornire risposte adeguate alle complesse esigenze sistemiche dei settori industriale e dei servizi.

Caratteristiche della prova finale

1. Per essere ammesso all'esame finale per il conseguimento del titolo lo studente deve aver superato gli esami di tutti gli insegnamenti previsti per il corso di studi cui è iscritto.
2. Per il conseguimento della laurea l'esame finale consiste nella discussione pubblica di una relazione scritta o di una tesi. Per il conseguimento della laurea specialistica l'esame finale consiste nella discussione pubblica di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore. In ogni caso la valutazione del candidato avviene integrando le risultanze dell'intera carriera scolastica con il giudizio sull'esame finale.
3. Le strutture didattiche competenti deliberano sulla composizione delle Commissioni che conferiscono il titolo accademico e sui criteri orientativi per la valutazione combinata delle prove finali e dell'intero curriculum degli studi ai fini della determinazione del voto finale.
4. Le Commissioni per l'esame di laurea sono composte da almeno cinque e da non più di sette membri, compreso il Presidente. Le Commissioni per l'esame finale di laurea specialistica sono composte da almeno sette e da non più di undici membri, compreso il Presidente. In entrambi i casi la maggioranza dei membri è costituita da professori ufficiali o da ricercatori confermati. Le Commissioni dispongono di centodieci punti; la lode può essere concessa soltanto all'unanimità qualora il voto finale sia centodieci. Per la tesi presentata per il conseguimento della laurea specialistica può essere concessa la dignità di stampa, soltanto qualora il voto finale sia centodieci e lode e la commissione sia unanime.

Requisiti per l'accesso alla laurea specialistica

Curriculum di laurea interamente riconosciuto per accesso alla laurea specialistica: Ingegneria logistica e della produzione a Torino, Ingegneria logistica e della produzione a Bolzano, Ingegneria logistica e della produzione a distanza e Ingegneria dell'organizzazione d'impresa a Torino.