CORSO DI LAUREA DI 1░LIVELLO IN INGEGNERIA LOGISTICA E DELLA PRODUZIONE

Anno Accademico 2009/10

Istituito per la prima volta nella forma attuale nell'A.A. 2000/01

ORGANIZZAZIONE D'IMPRESA E INGEGNERIA GESTIONALE

Struttura organizzativa della Facolta

Naviga nel Sito del corso di studio


Sede: TORINO

Classe di laurea n░ 10: INGEGNERIA INDUSTRIALE

Referente del corsox:
ANTONELLI DARIO
dario.antonelli@polito.it
011/5647288


Corso tenuto in Italiano


_______________________________________________________________________________

Durata e sede

Durata: 3 anni
Sede: Torino, C.so Duca degli Abruzzi 24.

Profilo della professione

Il laureato in Ingegneria logistica e della produzione si occupa della ┐gestione operativa dell┐impresa┐, in particolare nel campo delle attività di produzione e distribuzione dei beni. Questo ruolo richiede le competenze necessarie per gestire in modo efficiente le risorse dell┐impresa (per esempio pianificando l┐uso di impianti, macchinari e manodopera), gestire i flussi dei materiali (per esempio coordinando gli acquisti, le attività di produzione, le spedizioni e le vendite), mantenere le relazioni con i fornitori e i clienti, e occuparsi dei sistemi di assicurazione della qualità.
Nell┐ambito di tale ruolo l┐ingegnere logistico e della produzione si pone come intermediario tra i tecnici ┐specialisti┐ del settore (per es. ingegneri meccanici, elettronici ecc.) e coloro che si occupano dell┐amministrazione dell┐azienda (es. laureati in Economia aziendale).
Aspetti qualificanti
Il valore di questa figura professionale è associato alla sua capacità di contribuire all┐efficienza e alla competitività delle imprese, fattori particolarmente importanti per le aziende, oggi impegnate in mercati globalizzati sempre più impegnativi e complessi. Questa competenza deriva dalla capacità di analizzare i problemi del processo produttivo dell┐impresa e del contesto economico in cui essa opera e, quindi, di usare correttamente gli strumenti analitici e le applicazioni informatiche che le imprese hanno a disposizione per gestire le proprie attività operative.
Possibilità di lavoro
L┐ingegnere logistico e della produzione è molto richiesto sul mercato del lavoro, grazie a competenze utilizzabili in diversi settori. Egli può inserirsi presso imprese manifatturiere appartenenti ai più diversi rami dell┐industria, così come nel settore della distribuzione. Impieghi sono anche possibili presso le società di consulenza e nello staff di imprese di servizi nelle quali sono importanti le attività associate alla gestione operativa delle risorse e dei materiali (es. trasporti e sanità).

Percorso formativo

Gli insegnamenti
Il corso di laurea prevede un unico percorso formativo. Nell┐arco dei tre anni di studio gli insegnamenti si dividono in tre ambiti principali:

  • insegnamenti di base di matematica, fisica e chimica, che hanno lo scopo di fornire le basi culturali e metodologiche necessarie per seguire gli altri insegnamenti;
  • insegnamenti di base di matematica, fisica e chimica, che hanno lo scopo di fornire le basi culturali e metodologiche necessarie per seguire gli altri insegnamenti;
  • materie caratterizzanti, che forniscono le competenze economiche e gestionali tipiche della figura professionale.

I laboratori
Sono previsti laboratori informatici per i corsi di matematica e di informatica, e laboratori per le principali materie caratterizzanti. Attualmente sono usati software di calcolo e di ottimizzazione, ed è operativo un laboratorio dedicato ai sistemi ERP per la gestione integrata d┐impresa (in collaborazione con SAP, impresa leader nel settore).
Altre attività
Sono previste testimonianze ed interventi seminariali da parte di rappresentanti del mondo aziendale.

Caratteristiche della prova finale

Per il conseguimento della laurea l┐esame finale consiste nella discussione pubblica di una relazione scritta o di una tesi. Per il conseguimento della laurea specialistica l┐esame finale consiste nella discussione pubblica di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore. In ogni caso la valutazione del candidato avviene integrando le risultanze dell┐intera carriera scolastica con il giudizio sull┐esame finale.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il Manifesto degli Studi.

Proseguimento su Laurea specialistica

Con la laurea in Ingegneria logistica e della produzione si può accedere senza debiti formativi al corso di laurea specialistica in Ingegneria gestionale. ╚ possibile anche accedere al corso di laurea specialistica in Ingegneria meccanica con un debito formativo.
Corso di laurea specialistica in Ingegneria gestionale
La laurea specialistica in Ingegneria gestionale offre ai laureati in Ingegneria logistica e della produzione uno sbocco naturale per approfondire e ampliare le competenze maturate nel corso di studi precedente, soprattutto nel campo gestionale e organizzativo. In particolare, gli studenti vengono condotti a maturare:

  • la capacità di analizzare il funzionamento dei mercati e di valutare le potenzialità competitive delle imprese;
  • la capacità di formulare politiche gestionali coerenti con la strategia aziendale in termini operativi, finanziari e nel campo dell┐innovazione e dello sviluppo del prodotto;
  • una più approfondita conoscenza degli aspetti tecnologici oggetto del primo livello di studi.

Questa maggiore ricchezza di competenze consente al laureato di secondo livello di inserirsi in una rosa più ampia di funzioni aziendali (per esempio presso gli enti responsabili dello sviluppo del prodotto e della finanza aziendale) e di settori (per esempio il bancario - assicurativo, la consulenza di direzione, ecc.).

FAQ

Che differenza c┐è tra il corso di laurea in Ingegneria logistica e della produzione e quello in Ingegneria dell┐organizzazione d┐impresa? I due corsi di laurea offrono una preparazione sostanzialmente equivalente dal punto di vista delle competenze gestionali; si differenziano però per i contenuti di tipo tecnologico. Il corso di laurea in Ingegneria logistica e della produzione guarda prevalentemente alle tecnologie che caratterizzano il settore industriale e della distribuzione, ed ai metodi che si usano per gestire i relativi processi. Il corso di laurea in Ingegneria dell┐organizzazione d┐impresa propone invece una formazione tecnica orientata all┐uso dell┐informatica e delle telecomunicazioni nei processi organizzativi.
Che differenza c┐è tra il corso di laurea in Ingegneria logistica e della produzione e i corsi di laurea delle facoltà di Economia aziendale? Il corso di laurea in Ingegneria logistica e della produzione, così come gli altri corsi di Ingegneria gestionale, presenta alcune affinità con i corsi di studio in Economia aziendale, ma forma una figura professionale sostanzialmente diversa, la cui preparazione tecnico-scientifica fornisce una profonda conoscenza dei problemi tecnologici legati ai prodotti e ai processi produttivi. Su questa base si innestano sia le competenze economiche e organizzative necessarie a comprendere la valenza economica della tecnologia, sia le competenze che caratterizzano il management operativo. Questo consente di ricoprire ruoli orientati alla gestione e al management, ruoli diversi da quelli amministrativi, che sono tipici del laureato in Economia aziendale.
Che differenza c┐è tra il corso di laurea di Ingegneria logistica e della produzione e quello di Produzione industriale proposta dalla I Facoltà di Ingegneria? Il piano di studi di Ingegneria logistica e della produzione è stato preparato in modo coordinato con quello della laurea specialistica in Ingegneria gestionale. Grazie a questa articolazione, i laureati in Ingegneria logistica e della produzione possono peraltro passare a questa laurea specialistica senza debiti formativi.