PORTALE DELLA DIDATTICA
1
AREA ARCHITETTURA
Scheda Istituzionale
 
Presentazione del corso
 
Piano degli studi
 
Guida dello Studente
 
Dipartimento
 
Collegio
 
Risultati questionari (C.P.D.)
 
Soddisfazione dei laureandi (AlmaLaurea)
 
Condizione occupazionale (AlmaLaurea)
 
Requisiti di ammissione
 
Caratteristiche della prova finale
 
SERVIZI PER GLI STUDENTI
Servizi
 
Tasse e contributi universitari
 
Organizzazione struttura didattica
 
Rappresentanti degli studenti
 
Docenti del Corso
 
Appelli d'esame
 
ALTRE INFORMAZIONI
AIQ - Assicurazione Interna della Qualità
 
Glossario it-en
 
CORSO DI LAUREA DI 1°LIVELLO in DESIGN E COMUNICAZIONE VISIVA
Anno Accademico 2012/13
DIPARTIMENTO DI ARCHITETTURA E DESIGN
Collegio di Design
Sede: TORINO
Durata: 3 anni
Classe di laurea n° L-4: DISEGNO INDUSTRIALE
Posti disponibili: 215 (15 riservati a studenti stranieri contingentati)
Docenti di riferimento del corso:
BISTAGNINO LUIGI   luigi.bistagnino@formerfaculty.polito.it   011/0906550
DE GIORGI CLAUDIA   claudia.degiorgi@polito.it   011/0906540
CAMPAGNARO CRISTIAN   cristian.campagnaro@polito.it   
Corso tenuto in Italiano
ESPANDI Obiettivi formativi

Il Corso di Laurea in Design e Comunicazione Visiva forma un "designer laureato di primo livello": una figura di progettista con sensibilità multidisciplinare in grado di collaborare con i diversi saperi specialistici legati al progetto, alla produzione e al mercato dei nuovi prodotti d'uso, fisici o grafici/multimediali. Il laureato in Design è in grado di elaborare concept di nuovi prodotti ricchi di contenuti culturali: dalle aree tecnico-sc... Espandi...

Il Corso di Laurea in Design e Comunicazione Visiva forma un "designer laureato di primo livello": una figura di progettista con sensibilità multidisciplinare in grado di collaborare con i diversi saperi specialistici legati al progetto, alla produzione e al mercato dei nuovi prodotti d'uso, fisici o grafici/multimediali.
Il laureato in Design è in grado di elaborare concept di nuovi prodotti ricchi di contenuti culturali: dalle aree tecnico-scientifiche quali la sostenibilità ambientale, il design for all e l'ergonomia fino a quelle umanistiche quali la psicologia dei consumi, l’ergonomia cognitiva e la comunicazione visiva. Il laureato, al fine di progettare prodotti innovativi, utilizza le conoscenze necessarie a comunicare con altri esperti dei settori della tecnologia e della tecnologia dei materiali, della progettazione meccanica e della produzione, così da assicurare la compatibilità del progetto con la resistenza dei componenti e con le tecniche di produzione; Riesce ad interagire in maniera efficace con diverse figure professionali all’interno del processo progettuale.

ESPANDI Sbocchi occupazionali e professionali

Due le figure professionali formate dal Corso di Laurea: DESIGNER DI PRODOTTO e DESIGNER GRAFICO E VIRTUALE. Il laureato controlla gli aspetti storici, metodologici e tecnico-gestionali della progettazione, della sostenibilità ambientale dei processi produttivi e dei prodotti finiti, del controllo di qualità con la consapevolezza che "l'Uomo è al centro del progetto". L’uomo è il destinatario di ogni artefatto e come tale non è solo utente, ma s... Espandi...

Due le figure professionali formate dal Corso di Laurea: DESIGNER DI PRODOTTO e DESIGNER GRAFICO E VIRTUALE.
Il laureato controlla gli aspetti storici, metodologici e tecnico-gestionali della progettazione, della sostenibilità ambientale dei processi produttivi e dei prodotti finiti, del controllo di qualità con la consapevolezza che "l'Uomo è al centro del progetto". L’uomo è il destinatario di ogni artefatto e come tale non è solo utente, ma soggetto coinvolto.
Nel percorso formativo viene dedicata particolare attenzione ai nuovi comportamenti e al significato dei processi di produzione (anche artigianali) rispetto alle tematiche trasversali della sostenibilità e dell'etica. Un’etica che si fonda sul concetto dello sviluppo sostenibile sia da un punto di vista sociale, sia ambientale, ovvero il mantenere le radici culturali dei prodotti, senza impoverire i produttori nel rispetto delle normative, che informino sulla filiera di provenienza e che creino opportunità di sviluppo e di lavoro.
In sintesi, il laureato conosce i metodi, le tecniche e le tecnologie al fine di ideare, progettare e mettere in produzione artefatti. Tutto ciò, nell’ambito di un contesto culturale (linguistico, espressivo), delle forme e dei materiali, di pertinenza di contesto e degli aspetti di rappresentazione 2D (manuale, computergrafica) e 3D (modelli reali e virtuali), selezionandoli in funzione delle differenti fasi, dal concept al progetto esecutivo.
Il lavoro in team multidisciplinari fa del laureato un soggetto di riferimento per tutte le fasi che portano alla messa in produzione dei prodotti e alla diffusione sui mercati.
Il laureato ha sbocchi anche nell’ambito della comunicazione visiva, pubblicitaria, editoriale, del web design, dell'immagine coordinata, dell’infografica e della costruzione di realtà virtuali interattive immersive. L’insieme delle competenze permette di dedicare particolare attenzione alle nuove forme e strumenti di comunicazione, all'elaborazione delle immagini digitali e alle ricadute che l'innovazione tecnologica in questo settore produce sul cambiamento dei comportamenti umani, garantendo approcci e usi consapevoli degli strumenti informatici e ipermediali.
Anche in questo contesto, l’uomo è centrale: non vengono, infatti, privilegiati gli aspetti tecnici della programmazione, quanto piuttosto i contenuti nella loro comprensione, espressività e usabilità.

ESPANDI Descrizione del percorso formativo

Il Corso di Laurea è organizzato in: - FORMAZIONE COMUNE - FORMAZIONE CARATTERIZZANTE La didattica di entrambi i blocchi è strutturata in laboratori (da 2 a 4 discipline compresenti): disciplinari quelli relativi alla cultura di base, interdisciplinari quelli che si occupano dello sviluppo del progetto. FORMAZIONE COMUNE I laboratori disciplinari di Rappresentazione e Storia sono previsti al primo anno e al primo semestre del secondo anno; o... Espandi...

Il Corso di Laurea è organizzato in:
- FORMAZIONE COMUNE
- FORMAZIONE CARATTERIZZANTE
La didattica di entrambi i blocchi è strutturata in laboratori (da 2 a 4 discipline compresenti): disciplinari quelli relativi alla cultura di base, interdisciplinari quelli che si occupano dello sviluppo del progetto.
FORMAZIONE COMUNE
I laboratori disciplinari di Rappresentazione e Storia sono previsti al primo anno e al primo semestre del secondo anno; obiettivo l'ottimizzazione delle conoscenze disciplinari un tempo offerte dai corsi singoli e la creazione di ulteriori occasioni di riflessione.
I laboratori progettuali metodologici interdisciplinari si sviluppano invece in sequenza negli anni dal primo al terzo, in linea con la metodologia formativa per cui gli studenti imparano a controllare e a gestire gradi crescenti di complessità della domanda progettuale: dal "come fare?" al "cosa fare?", fino al "dove fare?".
FORMAZIONE CARATTERIZZANTE
Due le figure professionali formate dal Corso di Laurea: DESIGNER DI PRODOTTO e DESIGNER GRAFICO E VIRTUALE. La scelta tra i due percorsi avviene in occasione della formulazione del carico didattico per il 2° anno (settembre). Il percorso è mantenuto anche al terzo anno, in cui si prosegue quello caratterizzante scelto al secondo anno.

STAGE
Lo stage, tradizionalmente obbligatorio e collocato al 3° anno del Corso, è inteso come una prima concreta occasione per confrontarsi con il mondo del lavoro attraverso un'esperienza di minimo 250 ore in azienda o in studio professionale. Per lo svolgimento dello stage in azienda, studio professionale, centro ricerca o ente locale, il Corso di Laurea dispone dispone di partner convenzionati attivi sul territorio regionale e nazionale in continuo aggiornamento e implementazione (oltre 400 realtà).
La Commissione Stage del Corso di Laurea, in collaborazione con l'Ufficio Stage&Job Placement di Ateneo, offre un servizio di informazione, contatto e tutoraggio.

La prova finale consiste nella predisposizione di una ricerca originale che il candidato redige sotto la guida di un docente tutore e presenta alla Commissione di Laurea per la discussione.
In molti casi, la ricerca approfondisce e sviluppa una tematica di carattere interdisciplinare scelta a partire dall'esperienza del tirocinio.

 Risultati di apprendimento attesi

Il laureato in Design potrà trovare collocazione nelle diverse fasi del processo di definizione e realizzazione del prodotto industriale - definizione degli scenari e specifiche (brief) di prodotto; - ideazione delle soluzioni progettuali, rappresentazione e comunicazione di tali soluzioni; - modellazione tradizionale, computerizzata (rendering) e computerizzata avanzata (rapid prototyping); - assistenza all'ingegnerizzazione, prototipazione... Espandi...

Il laureato in Design potrà trovare collocazione nelle diverse fasi del processo di definizione e realizzazione del prodotto industriale
- definizione degli scenari e specifiche (brief) di prodotto;
- ideazione delle soluzioni progettuali, rappresentazione e comunicazione di tali soluzioni;
- modellazione tradizionale, computerizzata (rendering) e computerizzata avanzata (rapid prototyping);
- assistenza all'ingegnerizzazione, prototipazione, testing del prodotto;
- assistenza alla programmazione e realizzazione produttiva;
- gestione e promozione del progetto e del prodotto sul mercato (product marketing & communication).



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti