Corsi di Laurea magistrale
Per classe
Per denominazione

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN PROGETTAZIONE DI GIARDINI, PARCHI E PAESAGGIO

Anno Accademico 2008/09

Istituito per la prima volta nella forma attuale nell'A.A. 2004/05

ARCHITETTURA II

Struttura organizzativa della Facolta


Sede: TORINO

Classe di laurea n░ 3/S: ARCHITETTURA DEL PAESAGGIO

Referente del corso:
BUFFA DI PERRERO CARLO
carlo.buffa@polito.it
011/5647466


Corso tenuto in Italiano


_______________________________________________________________________________

Durata e sede

Durata: 2 anni
Sede: Torino - Castello del Valentino ┐ Viale Mattioli, 39.

Profilo della professione

La laurea specialistica interateneo in "Progettazione di giardini, parchi e paesaggio" si rivolge sia a quei laureati già attivi nel mondo del lavoro che intendono migliorare la loro posizione professionale sia a coloro che, avendo conseguito una laurea di primo livello in Agraria o in Architettura, vogliono acquisire una specializzazione nel settore del verde e del paesaggio.
Il corso di laurea specialistica ha come obiettivo prioritario la formazione di professionisti in grado di comprendere ed affrontare le problematiche della progettazione del verde principalmente a scala urbana, con particolare riferimento alla realizzazione di nuove aree e alla gestione delle diverse tipologie di vegetazione, dalla scelta delle specie, all┐impianto, alla manutenzione, al progetto. Prioritario obiettivo del corso di laurea specialistica sarà altresì quello di fornire precise competenze nel campo dei parchi e dei giardini storici per consentire ai laureati di affrontare le diverse problematiche connesse allo studio, al rilievo e alla schedatura del verde storico, finalizzati alla definizione di corretti interventi manutentivi e alla messa a punto di progetti di restauro.
La figura proposta si ricollega a quella dell'"Agronomo paesaggista" e del "Forestale paesaggista", da oltre un quinquennio formate dalla Facoltà di Agraria dell'Università di Torino nell'ambito della Scuola di Specializzazione in "Parchi e giardini", figure che hanno trovato un pieno e positivo riscontro nel mondo del lavoro con riferimento alla progettazione del verde e del paesaggio, sia presso le pubbliche amministrazioni, sia presso i privati, tanto da ottenere un autorevole riconoscimento in ambito nazionale dall'Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio (AIAPP) e, in ambito europeo, dall'European Federation for Landscape Architect (EFLA).
Il percorso didattico proposto, quindi, arricchisce e completa la formazione del laureato di I░ livello in "Produzioni vegetali", curriculum "Florovivaismo, realizzazione e gestione delle aree verdi" indirizzo "Realizzazione e gestione delle aree verdi" ed in "Architettura per il Progetto" curriculum "Architettura per il verde" orientate ad un particolare approfondimento dei diversi aspetti di ordine agronomico-colturale e progettuale del settore della gestione dei parchi e giardini, fornendo, quindi, gli strumenti necessari per affrontare le problematiche della progettazione del verde a diverse scale di riferimento.

Ambiti occupazionali previsti per i laureati

Tra i possibili sbocchi professionali, oltre alla libera professione, con iscrizione nella sezione A dell┐Albo dei Dottori Agronomi e Forestali, e nella sezione A settore C dell┐Albo degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (secondo quanto previsto dal DPR 328/2001) i settori di possibile impiego con funzioni di carattere gestionale e di responsabilità sono:

  • progettazione di aree verdi pubbliche e private;
  • sistemazione di aree degradate (cave, discariche┐);
  • progettazione di giardini pensili e verde sulle facciate degli edifici;
  • restauro dei giardini storici;
  • responsabili della manutenzione del verde;
  • attività di assistenza tecnica e consulenza nel settore del verde;
  • insegnamento, formazione e ricerca applicata alle produzioni vegetali;
  • progettazione del paesaggio agrario;
  • redazione di piani paesistici;
  • progettazione di parchi e giardini.

Caratteristiche della prova finale

La prova finale consiste nella presentazione di una tesi realizzata dallo studente nel corso del biennio con la supervisione di un relatore. Il titolo si consegue con discussione dell┐elaborato davanti ad una Commissione appositamente nominata. Il voto finale di Laurea è attribuito in centodecimi ed eventuale lode e menzione. La trasformazione in centodecimi dei voti conseguiti nelle varie attività formative, con votazione in trentesimi.

Requisiti per l'accesso alla laurea specialistica

Curriculum di laurea interamente riconosciuto per accesso alla laurea specialistica: Architettura per il progetto a Torino e Architettura per il progetto a Mondovi'.