PORTALE DELLA DIDATTICA

Ricerca CERCA
  KEYWORD

Termometria Primaria dell’INRiM

Realizzazione di un nuovo software di gestione della strumentazione presso il laboratorio di Termometria Primaria dell’INRiM (Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica)

azienda Tesi esterna in azienda    


Riferimenti DOMENICO AUGUSTO FRANCESCO MAISANO

Riferimenti esterni Giuseppina Lopardo (g.lopardo@inrim.it)

Gruppi di ricerca Ingegneria della qualità, Termometria Primaria dell’INRiM

Tipo tesi RICERCA/SPERIMENTALE

Descrizione Il laboratorio di Termometria Primaria dell’INRiM provvede alla realizzazione, mantenimento e disseminazione dei campioni nazionali di temperatura per contatto, cioè della Scala di Temperatura Internazionale (STI-90) del 1990, nel range di temperatura da -189 °C fino a 962 °C. La scala si realizza tramite un numero limitato di transizioni di fase (punti tripli, punti di fusione e punti di solidificazione) altamente riproducibili denominati punti fissi e, come strumento di interpolazione si adopera il Termometro campione a Resistenza di Platino (Standard Platinum Resistance Thermometer, SPRT).
Il tirocinio che si svolgerà all’interno di questo laboratorio, prevede la realizzazione di un nuovo software di gestione della strumentazione di laboratorio.
Il software andrà a sostituire quello attualmente in uso che risulta ormai obsoleto. Di quest’ultimo dovrà mantenere alcune caratteristiche quali le due modalità di operazione: “Determinazione” per la misura di una resistenza e “Registrazione” per il monitoraggio dell’andamento nel tempo di una resistenza avvalendosi di tre diversi tipi di ponti resistivi (due in corrente alternata e uno in continua).
Strumentazione: Scheda GPIB, ponte resistivo per la misura di rapporti di resistenze, resistori campioni, scanner con 10 canali.
Attualmente, tutti i risultati ottenuti nelle due modalità vengono, dopo elaborazione, archiviati in un database Microsoft Access. Il nuovo software andrà dunque a creare un nuovo database in grado di mantenere lo storico.
Di seguito una stringata descrizione di come funzionano le due modalità di lavoro nel programma attualmente in uso.
Determinazione: dopo aver impostato i vari parametri (canali dello scanner, corrente, numero di misure, tempo di attesa, resistenza di riferimento, parametri del ponte, punto fisso, termometro) si avvia il processo di misura. Il ponte esegue delle misure di rapporto tra la resistenza incognita (nel nostro caso il termometro) e una resistenza di riferimento. Per prima cosa il programma imposta i comandi da inviare al ponte poi, dopo un lasso di tempo impostato, inizia una serie di 12 letture con tre diversi valori di corrente per determinare l’autoriscaldamento del termometro. Il programma fa la media per i 3 set di 12 letture e, moltiplicando il risultato della misura con il valore della resistenza di riferimento mostra il risultato sullo schermo. Per finire viene calcolato il valore di resistenza estrapolato a corrente zero, mostrato anche esso a schermo. Tutti i dati e le impostazioni di misura vengono salvati nel database.
Registrazione: con questa modalità si segue l’andamento nel tempo della resistenza misurata dal ponte. Generalmente, si adopera questa modalità per ottenere un intero plateau di transizione di un punto fisso. Anche in questo caso ogni valore registrato è la media di 5 letture del ponte.

Riferimenti:
https://www.inrim.it/ricerca-sviluppo/laboratori-di-ricerca/campioni-e-termometria-primaria
https://www.inrim.it/servizi/servizi-di-metrologia/termometria/temperatura

Conoscenze richieste Dimestichezza con strumentazione metrologica.
Abilità di programmazione informatica.

Note Per ragioni di contesto lavorativo, la proposta è purtroppo limitata a italiani madrelingua.


Scadenza validita proposta 15/02/2020      PROPONI LA TUA CANDIDATURA




© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
Contatti