PORTALE DELLA DIDATTICA

Ricerca CERCA
  KEYWORD

La verifica delle condizioni di illuminazione naturale in ambienti confinati: approcci semplificati vs. approcci sofisticati

Riferimenti VALERIO ROBERTO MARIA LO VERSO, MARIANNA NIGRA, ANNA PELLEGRINO

Descrizione La tesi si propone di confrontare diversi metodi di valutazione delle condizioni di luce naturale in un ambiente confinato. Da un lato, esistono oggi software di simulazione avanzati che permettono un calcolo dettagliato di metriche cosiddette ‘climate-based’ per analizzare la quantità di luce naturale in ambiente. Dall’altro, emerge la scarsità di utilizzo da parte dei progettisti di questi approcci avanzati nella pratica progettuale comune. In questo senso, anche a livello normativo/prescrittivo c’è una tendenza a richiedere delle verifiche semplificate, basate su regole empiriche (‘regole dei pollici’) o su rapporti geometrici, che siano di facile e rapida implementazione.
La tesi ha l’obiettivo di definire in modo scientifico quali semplificazioni possano essere considerate accettabili come compromesso fra accuratezza e rapidità e facilità di utilizzo.
Il lavoro partirà da un’ampia analisi di letteratura per la definizione dello stato dell’arte in materia di prescrizioni e metriche di illuminazione naturale e prevede uno studio parametrico attraverso simulazioni numeriche per il confronto dei diversi metodi.
Conoscenze richieste: per un proficuo svolgimento della tesi, il tesista deve possedere le conoscenze di base in materia di illuminazione naturale (legate al concetto di fattore di luce diurna, secondo la legislazione italiana, e al rapporto aero-illuminante) e deve avere una conoscenza di software di calcolo della luce naturale (dai più semplici, quali Velux Daylight Visualizer, ai più complessi, basati su approcci di tipo dinamico – ad es. DIVA-for-Rhino).


Scadenza validita proposta 16/09/2020      PROPONI LA TUA CANDIDATURA




© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
Contatti