Modello Informativo SUA-CdS 2020/21
Corso di Laurea Magistrale in INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE - A.A.2020/21


Università: Politecnico di Torino
Collegio: Collegio di Ingegneria Informatica, del Cinema e Meccatronica
Dipartimento: DAUIN
Classe: LM-32 - INGEGNERIA INFORMATICA
Esiste nella forma attuale dall'anno accademico: 2010/11
Lingua in cui si tiene il corso: italiano
Indirizzo internet del corso: https://didattica.polito.it/pls/portal30/sviluppo.offerta_formativa.corsi?p_sdu_cds=37:22&p_a_acc=2021&p_header=N&p_lang=IT&p_tipo_cds=Z
Tasse: https://didattica.polito.it/tasse_riduzioni
Modalità di svolgimento: Corso di studio convenzionale
Referenti e Strutture

Referente del CdS: Maurizio Rebaudengo
Organo Collegiale di gestione del Corso di Studio: Collegio Di Ingegneria Informatica, Del Cinema E Meccatronica
Struttura didattica di Riferimento: Dipartimento Di Automatica E Informatica
Docenti di riferimento: Giovanni Malnati, Marco Carlo Masoero, Sara Monaci, Bartolomeo Montrucchio, Andrea Sanna, Antonio Servetti
Rappresentanti Studenti:
Gruppo di Gestione AQ: Elena Maria Baralis, Fulvio Corno, Michele Grosso, Stefania Lanzafame, Sara Monaci, Maurizio Rebaudengo, Andrea Sanna, Marco Torchiano
Tutor: Sara Monaci, Andrea Sanna
Il Corso di Studio in breve
Il corso di laurea ha come obiettivo principale la formazione di ingegneri con competenze avanzate nel campo delle tecnologie e dei linguaggi del cinema e dei media e in grado di seguire le diversi fasi della filiera digitale: dal concept al collocamento sul mercato del prodotto multimediale. L’obiettivo è formare un professionista in grado di gestire sinergicamente tutti gli aspetti dei complessi sistemi mediali e di interagire con tutti gli attori coinvolti: dalle figure ad alta specializzazione tecnologica ai creativi, agli analisti di marketing. La formazione ha come obiettivi specifici quello di rendere l’ingegnere dei cinema e dei mezzi di comunicazione in grado di: realizzare prodotti audiovisivi, cinematografici e multimediali per la fruizione online ed offline: documentari, filmati pubblicitari e commerciali, video musicali, produzioni televisive e per la web television; gestire tutte le fasi della filiera del prodotto digitale: analizzare e comprendere i bisogni dell’utente, ideare concept, sviluppare strategie capaci di integrare esperienze e conoscenze di marketing e di comunicazione per la produzione e la valorizzazione di oggetti mediali digitali; progettare applicazioni Web, sviluppare ambienti online e nell’area dei social media; intervenire con competenze adeguate nei diversi momenti dei processi di elaborazione e trasmissione del suono digitale, quali l'acquisizione, registrazione, codifica, compressione, trasmissione, e elaborazione del suono in produzioni multimediali e musicali (TV, cinema, pubblicità, ma anche comunicazione interattiva); progettare e realizzare applicazioni di computer grafica 2D e 3D e computer animation. Durante i due anni vengono proposte inoltre esercitazioni che consentono di applicare le conoscenze e le competenze apprese all’analisi e allo sviluppo di progetti nel settore dei media digitali. Il corso di laurea è strettamente legato al mondo del lavoro. Sono coinvolte diverse aziende operanti nell’ambito della ricerca tecnologica, della progettazione multimediale, del mondo dei media, dello spettacolo, dell’arte e della cultura. Le imprese (quali ad esempio CSI Piemonte, Mediacontech, Seat Pagine Gialle, AIE; Microcinema, Teatro Stabile di Torino, Distretto Torino Wireless, RAI di Torino, Rai.it, Telecom) collaborano stabilmente, attivando collaborazioni per lo sviluppo di progetti di tesi e intervenendo direttamente nei percorsi didattici con seminari e approfondimenti. Si intende inoltre promuovere lo spirito di autoimprenditorialità dello studente, sviluppando modelli di lavoro collaborativo e a rete sia nella piccola sia nella grande impresa, sia nel settore privato sia in quello pubblico.
Obiettivi formativi qualificanti
I laureati nei corsi di laurea magistrale della classe devono:

- conoscere approfonditamente gli aspetti teorico-scientifici della matematica e delle altre scienze di base ed essere capaci di utilizzare tale conoscenza per interpretare e descrivere i problemi dell'ingegneria complessi o che richiedono un approccio interdisciplinare;

- conoscere approfonditamente gli aspetti teorico-scientifici dell'ingegneria, sia in generale sia in modo approfondito relativamente a quelli dell'ingegneria informatica, nella quale sono capaci di identificare, formulare e risolvere anche in modo innovativo problemi complessi o che richiedono un approccio interdisciplinare;

- essere capaci di ideare, pianificare, progettare e gestire sistemi, processi e servizi complessi e/o innovativi;

- essere capaci di progettare e gestire esperimenti di elevata complessità;

- essere dotati di conoscenze di contesto e di capacità trasversali;

- avere conoscenze nel campo dell'organizzazione aziendale (cultura d'impresa) e dell'etica professionale;

- essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.

L'ammissione ai corsi di laurea magistrale della classe richiede il possesso di requisiti curriculari che prevedano, comunque, un'adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali nelle discipline scientifiche di base e nelle discipline dell'ingegneria, propedeutiche a quelle caratterizzanti previste nell'ordinamento della presente classe di laurea magistrale.

I corsi di laurea magistrale della classe devono inoltre culminare in una importante attività di progettazione, che si concluda con un elaborato che dimostri la padronanza degli argomenti, la capacità di operare in modo autonomo e un buon livello di capacità di comunicazione.

I principali sbocchi occupazionali previsti dai corsi di laurea magistrale della classe sono quelli dell'innovazione e dello sviluppo della produzione, della progettazione avanzata, della pianificazione e della programmazione, della gestione di sistemi complessi, sia nella libera professione sia nelle imprese manifatturiere o di servizi che nelle amministrazioni pubbliche. I laureati magistrali potranno trovare occupazione presso industrie informatiche operanti negli ambiti della produzione hardware e software; industrie per l'automazione e la robotica; imprese operanti nell'area dei sistemi informativi e delle reti di calcolatori; imprese di servizi; servizi informatici della pubblica amministrazione.

Gli atenei organizzano, in accordo con enti pubblici e privati, stages e tirocini.

Attività formative dell'ordinamento didattico


Attività caratterizzanti

Ambito disciplinare Settore Cfu
Min Max
Ingegneria informatica ING-INF/04 - AUTOMATICA
ING-INF/05 - SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI
45 57

Attività affini o integrative

Ambito disciplinare Settore Cfu
Min Max
Attività formative affini o integrative ING-IND/10 - FISICA TECNICA INDUSTRIALE
ING-INF/01 - ELETTRONICA
IUS/01 - DIRITTO PRIVATO
L-ART/05 - DISCIPLINE DELLO SPETTACOLO
L-ART/06 - CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE
SECS-P/07 - ECONOMIA AZIENDALE
SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
SPS/08 - SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI
18 34

Altre attività

Ambito disciplinare Cfu min Cfu max
A scelta dello studente A scelta dello studente 8 12
Per prova finale e conoscenza della lingua straniera Per la prova finale 18 30
Altre attività (art. 10) Abilità informatiche e telematiche - -
Altre attività (art. 10) Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro 6 6
Altre attività (art. 10) Tirocini formativi e di orientamento - 12
Altre attività (art. 10) Ulteriori conoscenze linguistiche - -
Per stages e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali Per stages e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali - -
Esporta Excel Attività formative


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY