Modello Informativo SUA-CdS 2019/20
Corso di Laurea Magistrale in MECHATRONIC ENGINEERING (INGEGNERIA MECCATRONICA) - A.A.2019/20


Università: Politecnico di Torino
Collegio: Collegio di Ingegneria Informatica, del Cinema e Meccatronica
Dipartimento: DET
Classe: LM-25 - INGEGNERIA DELL'AUTOMAZIONE
Esiste nella forma attuale dall'anno accademico: 2012/13
Lingua in cui si tiene il corso: inglese
Indirizzo internet del corso: https://didattica.polito.it/pls/portal30/sviluppo.offerta_formativa.corsi?p_sdu_cds=37:55&p_a_acc=2020&p_header=N&p_lang=IT&p_tipo_cds=Z
Tasse: https://didattica.polito.it/tasse_riduzioni
Modalità di svolgimento: Corso di studio convenzionale
Referenti e Strutture

Referente del CdS: Maurizio Rebaudengo
Organo Collegiale di gestione del Corso di Studio: Collegio Di Ingegneria Informatica, Del Cinema E Meccatronica
Struttura didattica di Riferimento: Dipartimento Di Elettronica E Telecomunicazioni
Docenti di riferimento: Aldo Boglietti, Iustin Radu Bojoi, Giuseppe Carlo Calafiore, Massimo Canale, Vito Cerone, Marcello Chiaberge, Franco Maddaleno, Daniela Maffiodo, Luigi Mazza, Francesco Musolino, Carlo Novara, Anton Proskurnikov, Diego Regruto Tomalino, Alessandro Rizzo, Michele Taragna, Massimo Violante
Rappresentanti Studenti: Simone Angarano
Gruppo di Gestione AQ: Simone Angarano, Elena Maria Baralis, Massimo Canale, Marcello Chiaberge, Fulvio Corno, Marina Indri, Stefania Lanzafame, Maurizio Rebaudengo, Marco Torchiano
Tutor: Giuseppe Carlo Calafiore, Vito Cerone, Marcello Chiaberge, Daniela Maffiodo, Francesco Musolino, Diego Regruto Tomalino, Michele Taragna, Massimo Violante
Il Corso di Studio in breve
Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccatronica ha la caratteristica di fornire una formazione di carattere "trasversale", comprendente l'elettronica, la meccanica, gli azionamenti elettrici, i controlli automatici e l'informatica, con l’obiettivo di creare una figura professionale in grado di rispondere alle esigenze del mercato del lavoro, che richiede spesso la capacità di saper integrare competenze interdisciplinari fin dalle fasi iniziali della progettazione.
I laureati magistrali in Ingegneria Meccatronica hanno una preparazione estesa e ad ampio spettro, che consente loro di dialogare con gli specialisti dei diversi ambiti, operando nei settori della progettazione, ingegnerizzazione, produzione, esercizio e manutenzione dei sistemi e apparati meccatronici, e nella gestione di laboratori e impianti. Tale preparazione interdisciplinare, rivolta allo studio e all'utilizzo di componenti, dispositivi, apparati e sistemi meccatronici, nonché all’utilizzo di strumenti teorici e ambienti di sviluppo informatici per la loro modellazione e progettazione, consente all’ingegnere meccatronico di individuare nuove soluzioni là dove un approccio classico non lo consentirebbe o lo consentirebbe con minori prestazioni.
Il primo anno del percorso formativo prepara l’allievo sulle tematiche avanzate delle discipline che caratterizzano l'ingegneria meccatronica (modellazione di sistemi, meccanica, sistemi elettronici, controlli automatici e robotica, macchine elettriche, informatica). Il secondo anno approfondisce e completa le tematiche specialistiche che caratterizzano l'ingegneria meccatronica e sviluppa ulteriormente le attività di laboratorio per integrare tali competenze. Il percorso comprende inoltre alcune scelte libere, attraverso le quali lo studente può approfondire contenuti specifici addizionali nei settori degli azionamenti elettronici, della progettazione meccanica, dei controlli automatici e delle architetture dei sistemi informatici.
Lo studente ha la possibilità di integrare le proprie conoscenze e mettere a frutto le proprie competenze dedicandosi ad un’attività di tipo teorico, applicativo e/o sperimentale durante lo svolgimento della prova finale (tesi), presso l'ateneo o presso istituzioni esterne pubbliche o private, nazionali o internazionali, con cui sono stabiliti rapporti di collaborazione. Lo studente può inoltre scegliere di svolgere un tirocinio all’interno del percorso formativo, eventualmente abbinato alla tesi.
Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccatronica è tenuto in lingua inglese, non solo per soddisfare le esigenze dei numerosi allievi provenienti da altre nazioni, ma anche e soprattutto per fornire una preparazione tecnica più facilmente spendibile a livello internazionale.
Obiettivi formativi qualificanti

Attività formative dell'ordinamento didattico


Attività caratterizzanti

Ambito disciplinare Settore Cfu
Min Max
Ingegneria dell'automazione ING-IND/13 - MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE
ING-IND/32 - CONVERTITORI, MACCHINE E AZIONAMENTI ELETTRICI
ING-INF/04 - AUTOMATICA
45 60

Attività affini o integrative

Ambito disciplinare Settore Cfu
Min Max
Attività formative affini o integrative ING-IND/14 - PROGETTAZIONE MECCANICA E COSTRUZIONE DI MACCHINE
ING-IND/31 - ELETTROTECNICA
ING-INF/01 - ELETTRONICA
ING-INF/05 - SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI
12 24

Altre attività

Ambito disciplinare Cfu min Cfu max
A scelta dello studente A scelta dello studente 8 16
Per prova finale e conoscenza della lingua straniera Per la prova finale 18 30
Altre (art. 10, comma 1, lettera f) Abilità informatiche e telematiche 6 6
Altre (art. 10, comma 1, lettera f) Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro - -
Altre (art. 10, comma 1, lettera f) Tirocini formativi e di orientamento - 12
Altre (art. 10, comma 1, lettera f) Ulteriori conoscenze linguistiche - -
Per stages e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali Per stages e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali - -
Esporta Excel Attività formative


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY