Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2017/18
16AHMLZ, 15AHMNX, 15AHMOA, 15AHMOD, 16AHMLN, 16AHMLP, 16AHMLS, 16AHMLX, 16AHMMA, 16AHMMB, 16AHMMC, 16AHMMH, 16AHMMK, 16AHMMN, 16AHMMO, 16AHMMQ, 16AHMPC, 16AHMPI, 16AHMPL
Chimica
Corso di Laurea in Ingegneria Aerospaziale - Torino
Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica - Torino
Corso di Laurea in Ingegneria Informatica - Torino
Espandi...
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Angelini Emma Paola Maria Virginia ORARIO RICEVIMENTO PO ING-IND/23 58.5 18 3 27 20
Armandi Marco   RB CHIM/07 58.5 18 3 27 6
Bodoardo Silvia ORARIO RICEVIMENTO A2 CHIM/07 58.5 18 3 27 12
Fina Alberto ORARIO RICEVIMENTO O2 CHIM/07 58.5 18 3 27 9
Fiorilli Sonia Lucia ORARIO RICEVIMENTO A2 CHIM/07 58.5 18 3 27 11
Fiorilli Sonia Lucia ORARIO RICEVIMENTO A2 CHIM/07 58.5 18 3 27 11
Francia Carlotta ORARIO RICEVIMENTO A2 CHIM/07 58.5 18 3 27 10
Geobaldo Francesco ORARIO RICEVIMENTO PO CHIM/07 58.5 18 3 27 19
Gerbaldi Claudio ORARIO RICEVIMENTO A2 CHIM/07 58.5 18 3 27 9
Gerbaldi Claudio ORARIO RICEVIMENTO A2 CHIM/07 58.5 18 3 27 9
Grassini Sabrina ORARIO RICEVIMENTO A2 ING-IND/23 58.5 18 3 27 12
Grassini Sabrina ORARIO RICEVIMENTO A2 ING-IND/23 58.5 18 3 27 12
Onida Barbara ORARIO RICEVIMENTO AC CHIM/07 58.5 18 3 27 17
Penazzi Nerino ORARIO RICEVIMENTO     58.5 18 3 27 15
Ronchetti Silvia Maria ORARIO RICEVIMENTO RC CHIM/07 58.5 18 3 27 17
Saracco Guido ORARIO RICEVIMENTO PO CHIM/07 58.5 18 3 27 2
Savorani Francesco   A2 CHIM/07 58.5 18 3 27 5
Savorani Francesco   A2 CHIM/07 58.5 18 3 27 5
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
CHIM/07 8 C - Affini o integrative Attività formative affini o integrative
Presentazione
Il corso si propone di fornire le basi necessarie per l'interpretazione di fenomeni chimici, per la conoscenza della struttura e delle proprietà dei solidi cristallini e per la comprensione ed il calcolo dei fenomeni energetici relativi a sistemi chimici ed elettrochimici.
Risultati di apprendimento attesi
Interpretazione e bilanciamento stechiometrico di reazioni chimiche. Struttura dei solidi ionici, covalenti, metallici e molecolari. Proprietà chimiche elementari di liquidi, gas e soluzioni. Interpretazione e calcolo di fenomeni energetici relativi a sistemi chimici ed elettrochimici. Conoscenze basilari di chimica organica.
Prerequisiti / Conoscenze pregresse
Per seguire con profitto il corso sono necessarie le nozioni di base relative alle leggi generali della chimica, alla simbologia di elementi e composti, alla più semplice nomenclatura inorganica ed organica, al bilanciamento delle reazioni elementari ed alla stechiometria.
Programma
ATOMO
Costituzione del nucleo, struttura dell'atomo di idrogeno e modelli atomici di Bohr e quantistico-ondulatorio.
Numeri quantici, principio di esclusione e regola di Hund
Forma spaziale degli orbitali s,p,d

CLASSIFICAZIONE DEGLI ELEMENTI E TAVOLA PERIODICA
Configurazione elettronica degli elementi e periodicità nelle loro proprietà chimiche e fisiche
Raggio atomico, energia di ionizzazione ed affinità elettronica.
Suddivisione in metalli, nonmetalli e semimetalli.
Generalità sui gruppi principali della tavola periodica e su alcuni metalli di transizione.

LEGAME CHIMICO
Il legame ionico, covalente, metallico.
Legame semplice, doppio e triplo.
Geometria molecolare, teoria dell'ibridazione e della risonanza.
Cenni sulla teoria degli orbitali molecolari.

INTERAZIONI INTERMOLECOLARI
Interazioni di van der Waals e legame a idrogeno.

NOMENCLATURA, FORMULE E STECHIOMETRIA
Massa atomica e molecolare, mole, numero di Avogadro; definizioni ed unità di misura.
Reazioni acido-base e formazione di sali.
Stato di ossidazione e bilanciamento di reazioni redox.
Relazioni ponderali in una reazione, reagente limitante.
Reazioni di combustione.

STATO GASSOSO
Leggi dei gas ideali. Equazione di stato dei gas ideali.
Distribuzione statistica delle energie (Boltzmann).
Equazione di stato dei gas reali.

STATO LIQUIDO
Tensione di vapore di liquidi puri.
Soluzioni e modi di esprimere la loro concentrazione. Dissociazione elettrolitica e grado di ionizzazione. Proprietà colligative di soluzioni elettrolitiche e non. Definizione di acido e base secondo Arrhenius, Brönsted e Lewis.
Prodotto ionico dell'acqua. pH, pOH e idrolisi dei sali.

STATO SOLIDO
Cella elementare e struttura dei più semplici solidi cristallini. Reticoli cristallini. Classificazione dei solidi.

EQUILIBRI TRA FASI
Liquefazione dei gas.
Diagramma di stato di sostanze pure (acqua e anidride carbonica).

CINETICA CHIMICA E CATALISI
Velocità e ordine di reazione. Equazione di Arrhenius. Energia di attivazione. Catalisi e catalizzatori.

EQUILIBRIO CHIMICO
Legge di azione di massa. Equilibri chimici omogenei ed eterogenei. Principio di le Chatelier ed influenza della temperatura sull'equilibrio.

TERMODINAMICA CHIMICA
Primo, secondo e terzo Principio. Entalpia di reazione e legge di Hess. Energia libera ed entropia in una reazione. Criterio di spontaneità.

ELETTROCHIMICA
Potenziale normale ed effettivo di un elettrodo. Celle elettrochimiche ed equazione di Nernst. Forza elettromotrice di una pila. Reattività di metalli con acidi ossidanti e non. Elettrolisi e leggi di Faraday.

CHIMICA ORGANICA
Nomenclatura e proprietà dei principali composti organici. I gruppi funzionali più comuni e le loro principali reazioni. Isomeria strutturale.
Organizzazione dell'insegnamento
ESERCITAZIONI
Durante le esercitazioni non vengono spiegati nuovi argomenti ma sono trattati gli aspetti numerici e computazionali di alcuni di essi, in particolare:
' Ripasso di nomenclatura inorganica.
' Mole, peso molecolare e peso molare.
' Relazioni ponderali nelle reazioni chimiche.
' Reazioni di ossido-riduzione e loro bilanciamento.
' Leggi dei gas ideali.
' Proprietà colligative delle soluzioni.
' Equilibri chimici omogenei ed eterogenei.
' Termochimica
' pH ed equilibri in soluzione acquosa
' Equazione di Nernst relativa ad un elettrodo o ad una cella.
' Leggi di Faraday.

LABORATORIO
' Verifica delle leggi dei gas
' Reazioni di precipitazione
' Titolazione acido-base
' Reazioni redox
' Misura del pH
' Pila Daniell

Il Laboratorio sperimentale è disponibile sia per gli studenti che frequentano in sede, sia per quelli che frequentano il primo anno SDSS presso la sede di Biella.
Negli altri SDSS è sostituito da esercitazioni in aula.
Testi richiesti o raccomandati: letture, dispense, altro materiale didattico
I testi consigliati, scelti tra quelli elencati, saranno comunicati a lezione dal Docente titolare dell'insegnamento.

' P. Atkins, L. Jones, Principi di Chimica, Zanichelli
' Giannoccaro, Doronzo, Elementi di stechiometria, EdiSES
' Malucelli, N. Penazzi, Elementi di Chimica per l'Ingegneria, Levrotto&Bella
' Manfredotti-Lanfredi, Tiripicchio, Fondamenti di Chimica, Casa Editrice Ambrosiana
' D.Mazza, Fondamenti di Chimica, Casa Editrice Esculapio
' R. Michelin A. Munari, Fondamenti di Chimica per l'ingegneria, Cedam
' Petrucci-Harwood, Chimica generale,Principi e moderne applicazioni,Piccin
' Schiavello, Palmisano, Fondamenti di Chimica, EdiSES
' M.S.Silberberg, Chimica, Mc Graw-Hill

Materiale utile si trova anche sul sito della didattica online del Politecnico di Torino o nelle pagine web dei singoli corsi.
Criteri, regole e procedure per l'esame
L’esame intende accertare le conoscenze di chimica generale inorganica e organica acquisite dallo studente durante il corso. L’esame scritto vuole inoltre verificare la capacità dello studente di risolvere esercizi di calcolo stechiometrico su reazioni chimiche ed elettrochimiche, equazioni termochimiche, gas e soluzioni liquide.
L'esame consiste in un test seguito da una prova scritta obbligatoria e, se richiesta, da una prova orale. Non è consentito l’utilizzo di materiale didattico in nessuna prova. Il test, della durata di 30 minuti, consiste in 15 domande a risposta multipla al calcolatore. Il punteggio massimo ottenibile al test è 12. Se il punteggio conseguito al test e' inferiore a 8, l'esame viene registrato come respinto; altrimenti lo studente prosegue il suo esame sostenendo una prova scritta della durata di un'ora, che consiste sia di esercizi, sia di domande teoriche. La prova scritta permette di conseguire un punteggio massimo di 18. Se il punteggio conseguito nella prova scritta e' inferiore a 10, l'esame viene registrato come respinto. Il voto finale e' la somma dei voti del test e della prova scritta.
Se il voto finale è pari o superiore a 18/30, lo studente ha la possibilità di sostenere, se lo richiede, una prova orale aggiuntiva. In tal caso il voto finale terrà conto anche della prova orale. In assenza della prova orale richiesta dallo studente il voto finale sarà quello conseguito dal test e dall’esame scritto.
Inoltre, il docente ha comunque facoltà di convocare lo studente per una prova orale, a verifica dell’esame scritto.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2017/18
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti