PORTALE DELLA DIDATTICA
SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE
Offerta
 
Manifesto
 
Come contattarci
 
Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio


NORME
D.P.R. 10/03/1982 n. 162; Legge 19/11/1990 n. 341; D.P.R. 31/07/1996 n. 470; D.M. 03/11/1999 n. 509; Statuto del Politecnico di Torino emanato con D.R. 418 del 29.11.2011; Regolamento didattico di Ateneo emanato con D.R. 230 dell'11.10.1012.

 

Obiettivi
La Scuola di Specializzazione ha lo scopo di integrare gli studi universitari con un percorso didattico di III livello di durata biennale (pari a 120 CFU) volto a formare figure di alto profilo professionale impegnate nel campo della tutela, del restauro, della gestione e della valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico.

 

Titoli di ammissione
Sono ammessi al concorso i laureati di II livello in Italia presso le Facoltà di Architettura e di Ingegneria che abbiano conseguito la laurea in "Architettura" del Vecchio Ordinamento, la Laurea Specialistica nella classe 4/S o la Laurea Magistrale nelle classi LM-03, LM-04. I laureati nelle classi 2/S, 10/S, 12/S e 95/S e nelle classi: LM-02, LM-05, LM-10, LM-11, LM-23, LM-24, LM-35, LM-43, LM-48, LM-49, LM-73, LM-75, LM-76, LM-80, LM-89 possono essere ammessi alla Scuola previa valutazione dei curricula personali, per individuare eventuali debiti formativi. Possono inoltre essere iscritti i laureati presso Università straniere che siano in possesso di un titolo di studio universitario giudicato, ai soli fini dell'ammissione alle Scuole, equipollente dal Consiglio di ciascuna Scuola. Non è ammessa iscrizione contemporanea a due o più Scuole, nè ad un Corso di Dottorato di Ricerca.

 

Accesso alla Scuola
Per l' ammissione alla Scuola di Specializzazione è richiesto il superamento di un esame consistente in una prova scritta, intesa ad accertare la cultura generale nell' area di specializzazione, integrata, da un colloquio.

 

Borse di studio
Nel Manifesto annuale degli studi sono indicate le borse di studio che verranno assegnate per il 1° anno sulla base di una graduatoria di merito stilata in base alla valutazione dell’esame di ammissione (scritto e orale) e dei seguenti titoli:
- Tesi di laurea nella disciplina attinente la specializzazione;
- Voto di laurea;
- Voto degli esami di profitto del corso di laurea in materie concernenti i temi della specializzazione;
- Pubblicazioni scientifiche.
Le borse relative al 2° anno di corso saranno assegnate sulla base della graduatoria di cui all’esito dell’esame finale sostenuto al termine del 1° anno di corso della Scuola frequentato nell’a.a. precedente.
La ripartizione del punteggio tra i predetti titoli è determinata in base alle vigenti disposizioni di legge.

 

Durata e frequenza
Gli studi della Scuola di Specializzazione sono articolati in due anni accademici, al termine dei quali viene conseguito il titolo di "Diploma di Specialista in Beni Architettonici e del Paesaggio". La frequenza ai corsi della Scuola è obbligatoria. Gli iscritti devono frequentare le materie di insegnamento previste, osservando le condizioni di frequenza sia alle lezioni, sia alle attività pratiche, nonchè sottoporsi agli accertamenti come è precisato nel Manifesto annuale degli studi. I corsi si articolano in cicli di lezioni, seminari, Giornate di Studio, Cantieri e atelier pratico. Alla fine di ogni anno accademico lo specializzando deve sostenere un esame teorico-pratico per il passaggio all' anno di corso successivo. La Commissione di esame, di cui fanno parte il direttore della Scuola e i docenti delle discipline relative all' anno di corso, esprime un giudizio globale sul livello di preparazione del candidato, verificando la sua competenza nelle singole discipline e la sua capacità nelle relative attività pratiche per l' anno di corso. Coloro che non superano detto esame potranno ripetere l' anno di corso una sola volta.

 

Esame finale
Superato l' esame teorico-pratico dell' ultimo anno, il corso di studio della Scuola di Specializzazione si conclude con un esame finale consistente nella discussione di una dissertazione scritta su più materie del corso, che dimostri la preparazione scientifica e le capacità operative acquisite.

 

Manifesto annuale del Corso
Ogni anno viene pubblicato il Manifesto degli Studi della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio del Politecnico di Torino che regolamenta l'attività didattica, le scadenze, l'apertura delle iscrizioni, i requisiti di ammissione e ogni altre informazione utile per l'anno di riferimento.

 

Tassa e contributo di iscrizione
Nel Manifesto annuale degli studi sono precisate le tasse ed i contributi dovuti dagli iscritti alla Scuola, secondo quanto stabilito dal Consiglio di Amministrazione del Politecnico di Torino.


Sito della scuola