PORTALE DELLA DIDATTICA
TEAM studenteschi
Team S55
 
TEAM RECYCLO
 
La Termitière
 
Hackability@PoliTo
 
WEEE Open
 
DIRECT
 
ICARUS
 
Coro PoliEtnico
 
POLICYCLE
 
037 4WD HYBRID
 
LightsON
 
PACE
 
Mi LEGO al territorio
 
Spaziviolenti
 
Tavola Vibrante
 
Polipossibile
 
Team DAVIS
 
Downsizing of internal combustion enginer through an advances turbocharging concept
 
Anpil Pay 2.0
 
Team H2politO
 
Policumbent
 
Squadra corse
 
2Wheels PoliTO
 
CubeSat Team
 
Adaptive Canoeing and Rowing
 
Progetto formativo PAMD
 
V.V.A.C.
 
Active Tire Pressure Control ATCP
 
Making the archaeological sights
 
Plinto
 
Orti Urbani
 
Agritectura
 
Media Education
 
Woodlab
 
Rilievo metrico 3D
 
Padiglione in paglia di riso
 
Roofscapes
 
Crowdmapping Mirafiori Sud
 
MAPO
 
TEAM studenteschi

La progettualità studentesca – presentazione

  • Regolamento per l'assegnazione e la gestione di contributi destinati al finanziamento della progettualita' studentesca e delle attivita' culturali degli studenti del Politecnico di Torino

  • Nuove scadenze per la presentazione delle domande di finanziamento per Gruppi studenteschi e Associazioni 

  • Team S55 - Prof. Enrico Cestino. Il team studentesco nell'ottica di costruire una replica volante dello storico velivolo S 55 nell'ambito del più ampio progetto "Replica55" (http://replica55.it) sta effettuando sullo stesso le necessarie analisi di aerodinamica, meccanica del volo, analisi strutturali. Il Team si occupa anche delle prove di laboratorio su modelli e su scala reale, della definizione dell'inviluppo di volo e dei carichi agenti inclusa una sofisticata analisi dinamica di impatto sull'acqua. Ha anche l’obiettivo di costruire un modello in scala per validare le tecniche di simulazione usate.
    Per info e aggiornamenti seguiteci sulla pagina www.facebook.com/teamS55polito

  • TEAM RECYCLO - PROGETTO MAACC. Il Team è composto da 4 professori che hanno il ruolo di referenti scientifici, R. Palma; G. Callegari; C. De Giorgi; C. Ocelli; e da 20 studenti provenienti dalle facoltà di Architettura, Ingegneria e Design. Il nostro Team si dedica alla progettazione e alla realizzazione, attraverso l'autocostruzione, di un Modulo Abitativo Autosufficiente per Cicloturisti e Camminatori posizionato lungo la pista ciclabile del Canale Cavour, che collega Chivasso a Galliate. Questo progetto è fortemente legato al territorio in cui è situato, poichè verrà costruito per la maggior parte con materiali a km 0, e con un'attenzione particolare alla sostenibilità ambientale, ad un corretto inserimento nel contesto e ad una sensibilizzazione verso la memoria del luogo e del territorio. Inoltre il progetto MAACC si pone come un progetto emblematico per lo sviluppo di un turismo legato alla mobilità lenta, attraverso il quale è possibile valorizzare le identità territoriali. Quindi il nostro obiettivo risiede sia nel progetto e processo di autocostruzione del modulo, sia nella sensibilizzazione e nella divulgazione di un possibile diverso approccio alla mobilità legato alla sostenibilità ambientale e territoriale.
    Per ulteriori informazioni contattateci al nostro indirizzo e-mail, recyclo@polito.it, oppure sulla nostra pagina facebook, RECYCLO-MAACC

  • La Termitière - Prof. Andrea Bocco (DIST): è un gruppo di studenti di Architettura, Ingegneria e Design che hanno sviluppato un progetto di riqualificazione energetica in bioedilizia nel centro di Torino, nella Casa del Quartiere “Hub Multiculturale Cecchi Point”. Il progetto ha visto la realizzazione in autocostruzione di un cappotto di isolamento interno (calce-paglia e terra-paglia) e intonaci naturali (terra cruda e calce) utilizzando solo tecniche legate alla bio-architettura, con il supporto di artigiani e progettisti esperti. L'obiettivo è quello di fare ricerca sui materiali da costruzione e apprendere le tecniche costruttive e la tecnologia dei materiali direttamente in cantiere, tramite il principio del Learning by Doing. Il progetto continuerà finchè ci saranno studenti interessati disposti a portarlo avanti, recuperando spazi dismessi del Comune di Torino.
    Per informazioni su come partecipare contattare: latermitiere.polito@gmail.com.

  • Hackability@PoliTo: Il team Hackability@PoliTo si pone l’obiettivo di realizzare presidi customizzati per la disabilità lavorando, in tutte le fasi dell’ideazione e poi realizzazione del progetto, a diretto contatto con il disabile utilizzatore finale. I risultati raggiunti vengono poi condivisi in open source sul portale http://www.hackability.it/.

  • WEEE Open: Il team si pone l’ambizioso obiettivo di risolvere alcune problematiche del Politecnico quali l’impronta ambientale del Campus e la necessità di una didattica più trasversale e più pratica. L’intento del progetto è quello di permettere agli studenti di mettere mano su rifiuti elettronici al fine di arricchire il loro bagaglio di competenze e donare nuova vita agli apparecchi.

  • DIRECT (DIsaster REcovery Team): A. Lingua (coordinamento), P. Boccardo, F. Chiabrando, M. Piras, P. Maschio, A. Spanò. Il progetto ha per obiettivo l’istituzione di una formazione studentesca continua attiva necessaria per preparare “crisis mapper”, ovvero esperti con elevate competenze specifiche per l’applicazione delle più moderne tecniche della geomatica (rilevamento metrico 3D, droni, fotogrammetria, telerilevamento, GIS/webGIS) nelle varie fasi del “disaster management” al fine di acquisire ed elaborare informazioni per il “rapid mapping”.

  • ICARUS: ha come obiettivi la progettazione e la realizzazione di velivoli unmanned e razzo modelli finalizzati a sviluppare sistemi innovativi. Inoltre, grazie alla partecipazione a competizioni universitarie internazionali, cerchiamo di aumentare le competenze degli studenti mettendoli a contatto con le sfide tipiche del settore ingegneristico aerospaziale.
    Per informazioni e aggiornamenti seguiteci sulla pagina
    https://www.facebook.com/Icarus-Polytechnic-University-of-Turin-474155229423804/

  • Coro PoliEtnico: il gruppo corale dell’Ateneo, che riunisce studenti e docenti di tutti i corsi di laurea. Propone attività di musica d’insieme, con prove a cadenza settimanale e concerti. Il nome evidenzia lo spirito multietnico sia nella composizione del team sia nel repertorio musicale affrontato.

  • POLICYCLE: il progetto ha per obiettivo la formazione studentesca continua nel campo della mobilità ciclabile avvalendosi di tecniche di rilevamento metrico 3D, telerilevamento, acquisizione di dati da piattaforma mobile;

  • 037 4WD HYBRID: il team Hydrid ha come obiettivo quello di realizzare una vettura moderna a trazione integrale e propulsione ibrida a partire dalla storica vettura Lancia 037;

  • LightsON: intervento il physical computing, ossia di costruzione di sistemi e ambienti interattivi con l’uso di software e hardware in grado di percepire e rispondere con l’ambiente circostante;

  • PACE: (Partners for the Advancement of Collaborative Engineering Education) ha come obiettivo quello di educare e ispirare gli studenti sulla necessità di collaborazione globale e si occupa della realizzazione di un prototipo di veicolo di piccola potenza assistita che può essere trasportato in bus, treno, o può essere riposto in uno zaino;

  • Mi LEGO al territorio: sensibilizzare alla percezione del rischio a cui si è esposti in caso di eventi alluvionali, diffondendo una cultura dell'autoprotezione tra i cittadini;

  • Spaziviolenti: lavorare con l’auto-costruzione negli spazi pubblici trascurati per ottenere un miglioramento qualitativo dei luoghi degradati;

  • Tavola Vibrante: progettazione e l’assemblaggio di una tavola vibrante (shaking table) bidirezionale che renda possibile il confronto dei modelli di edifici in scala realizzati direttamente dagli studenti per mezzo di balsa;

  • Polipossibile: promuovere un percorso formativo “informale” relativo alla riatti­vazione spontanea di luoghi per la collettività. L’idea è quella di incrementare l’attenzione sul tema dei luoghi della formazione, sottolineando l’importanza che hanno i luoghi di aggregazione e gli spazi informali nella formazione ac­cademica degli studenti, mappando i desideri di chi vive ogni giorno il campus e gli spazi residuali a disposizione dell’Ateneo

  • Team DAVIS: A causa della consapevolezza degli importanti effetti che le vibrazioni trasmesse ad autisti e passeggeri dai sedili dei veicoli hanno sia sulla loro salute fisica e mentale, sia sulla loro efficienza, il progetto mira a produrre un design che minimizzi la flessione della curva di frequenza di risposta e riduca la dimensione complessiva del sistema al fine di ottenere un utilizzo semplice e pratico. In seguito le performances del sistema proposto verranno testate e paragonate alle soluzioni precedenti.

  • Downsizing of internal combustion enginer through an advances turbocharging concept: Partendo dal bisogno dell’industria automobilistica nel suo complesso di venire incontro alla richiesta dei consumatori di motori con maggiore efficienza di carburante e minori emissioni nocive senza compromettere potenza, performance o rumore, il progetto ha l’obbiettivo di produrre un motore più piccolo che abbia una performance simile ad uno molto più grande e allo stesso tempo migliore efficienze minori emissioni, inserendo un boosting device e una tecnologia e iniezione diretta.

  • Anpil Pay 2.0 - Prof.ssa De Filippi (DAD): è un gruppo di studenti provenienti dalle facoltà di Ingegneria e Architettura, uniti da un comune interesse per le tematiche legate allo sviluppo e all’innovazione sostenibile. Nell’ambito dello studio della paglia come materiale costruttivo il gruppo si propone di progettare, realizzare e studiare: una pressa ad azionamento manuale per balle di paglia ad alta densità, un prototipo abitativo in balle di paglia portanti pensato per offrire una soluzione alla condizione abitativa post-terremoto haitiana. Il progetto si svolgerà da marzo ad ottobre 2015.
    Per informazioni su come partecipare contattare francesco.gondino@studenti.polito.it cecilia.miotto@libero.it

  • Team H2politO - team studentesco per la realizzazione di veicoli a basso consumo (a fuel cell, elettrici o ibridi) per la partecipazione alla Shell Eco-marathon, competizione internazionale in cui vince chi consuma di meno e non chi arriva primo.

  • Policumbent – Prof.ssa Delprete (DIMEAS): il Team è attivo fin dal 2009 nella progettazione e realizzazione di Veicoli a Propulsione Umana come biciclette reclinate, trike, velomobili e streamliners destinati alla mobilità quotidiana, al turismo, allo sport o alla sfida dei record mondiali. Il Team partecipa ad eventi internazionali come il Campionato Mondiale WHPVA, lo European HPV Student Challenge e il World Human Powered Speed Challenge di Battle Mountain.

  • Squadra corse – Prof. Genta/Prof. Tonoli (DIMEAS): composta da 50 studenti, accomunati dalla passione per le competizioni automobilistiche ed in particolare dal progettare e costruire un prototipo di vettura da competizione elettrica, che partecipano alle competizioni internazionali "Formula SAE" e "Formula Hybrid".

  • 2Wheels PoliTO – Prof. Peroni (DIMEAS): ha come obiettivo quello di partecipare alla "Motostudent", manifestazione che prevede la realizzazione di una moto di cilindrata 250 4T per gareggiare a competizioni internazionali.

  • CubeSat Team – Prof. Corpino (DIMEAS): è il team ufficiale del Politecnico di Torino impegnato nel progetto e sviluppo di missioni spaziali svolte da CubeSat. Il programma ha portato alla realizzazione e all'immissione in orbita del primo CubeSat italiano, e-st@r-I, e allo sviluppo di altri due satelliti, e-st@r-II e 3-STAR.

  • Adaptive Canoeing and Rowing – Prof.ssa Gastaldi (DIMEAS): promuove la pratica sportiva a livello adaptive per soggetti mielolesi. Hanno realizzato un seggiolino da canoa adattato per soggetti paraplegici da far provare a utenti disabili che effettuano la sport terapia al CTO e ad atleti paraolimpici.

  • Progetto formativo PAMD – Prof. Tornincasa (DIGEP): prevede la costruzione di un veicolo di piccola potenza assistita che si prefigge di affrontare gli spostamenti urbani con soluzioni di continuità con i mezzi pubblici di trasporto urbano e può essere trasportato in bus, treno, o riposto in uno zaino opportunamente compattato.

  • V.V.A.C. – Virtual Vision Automatic Control – Prof. Genta (DIMEAS): progetto nato nel 2012 dall'accordo tra Politecnico di Torino e FIAT finalizzato a realizzare un sistema completo di sospensioni attive per stabilizzare il veicolo su ogni tipo di terreno.

  • Active Tire Pressure Control ATCP – Prof. D'Ambrosio (DENERG): nato dalla collaborazione tra Politecnico di Torino e FIAT, con lo scopo di studiare il controllo della pressione delle gomme per ridurre il consumo di carburante.

  • Making the archaeological sights – Prof. Bistagnino (DAD) nasce nel 2010 dall'idea di studenti afferenti all'area di Architettura di realizzare un workshop in un cantiere archeologico, individuato di concerto con la Missione Archeologica Italiana.

  • Plinto – Prof. Cavaglià (DIST) è formato da un team di studenti afferenti all'area di architettura, nato nel 2009, che organizza momenti di incontro tra studenti sul tema dell'architettura per condividere interessi e competenze da esportare anche all'esterno dell'ambiente universitario.

  • Orti Urbani – Prof.ssa Peretti (DAD) Il progetto, nato nel 2011, vede la realizzazione di un sistema di orti urbani, con annesso un complesso di raccolta e depurazione delle acque, al fine di garantire alla popolazione di comunità bisognose una fonte di cibo supplementare.

  • Agritectura – Prof. Bocco (DIST) In linea con quanto fatto nel corso del 2011, la nuova iniziativa ha come obiettivo quello di valorizzare un'antica fontana del tardo cinquecento grazie a finanziamenti europei del parco fluviale della Stura.

  • Media Education – Prof. Ricciardi (DIST) L'obiettivo del progetto è quello di portare alla realizzazione di un sito e un mediometraggio unitamente ad altro materiale didattico in un'ottica di edutainment (congiunzione di contenuti educativi e intrattenimento).

  • Woodlab – Prof. Callegari (DAD) Il progetto Woodlab ha come obiettivo quello di organizzare un workshop che possa estendere il dibattito sulla costruzione sostenibile e sull'utilizzo in architettura di materiali e strumenti innovativi.

  • Arte Sacra – Prof. Romeo (DAD) L'iniziativa prevede lo studio dei beni architettonici e artistici lungo il corso del fiume Bormida di Cengio attraverso l'analisi del territorio e la realizzazione di un cantiere didattico di restauro.

  • Rilievo metrico 3D – Prof.ssa Spanò (DAD) Il progetto è indirizzato alla formazione di competenze nel settore del rilievo metrico avanzato, mediante l'utilizzo di strumentazioni e tecniche altamente innovative.

  • Padiglione in paglia di riso – Prof. Bocco (DIST) Il progetto ha l'obiettivo di approfondire e sperimentare la tecnologia costruttiva della paglia di riso attraverso la realizzazione di un padiglione costruito in balle di paglia.

  • Roofscapes – paesaggi sopraelevati - Prof. Callegari (DAD) Il progetto prevede l'organizzazione di alcune giornate di studio inerenti il tema dell'intervento sul patrimonio costruito in relazione allo sviluppo sostenibile della città contemporanea.

  • Crowdmapping Mirafiori Sud – Prof.ssa Coscia (DAD) L'idea alla base del progetto e' quella di condurre un'esperienza pilota con lo scopo di identificare, categorizzare e segnalare in modo puntuale la natura, la localizzazione e la consistenza delle barriere che impediscono alle categorie "vulnerabili" l'accesso e la fruibilità degli spazi del quartiere in cui vivono.

  • MAPO – Muoversi al Politecnico – Prof. Staricco (DIST) Il progetto si fonda sul tema della mobilità sostenibile, con particolare attenzione a quella ciclabile. Gli obiettivi sono: informare, sensibilizzare e proporre soluzioni ai principali problemi legati alla mobilità privata.