Laurea in
Ingegneria biomedica
Presentazione Laurea in Ingegneria Biomedica
L’Ingegneria Biomedica è la disciplina che utilizza le metodologie e le tecnologie proprie dell’ingegneria al fine di comprendere, formalizzare e risolvere problematiche di interesse medico - biologico, mediante una stretta collaborazione fra specialisti dei vari settori, fisici, ingegneri, medici e biologi.
Il corso di studi in Ingegneria biomedica nasce nell'a.a. 2000/2001 con l'obiettivo di formare un ingegnere con competenze sui dispositivi medici, in grado di collaborare alla loro progettazione e produzione, di sovraintendere ai collaudi ed alla manutenzione di quelli impiegati all'interno delle strutture sanitarie pubbliche e/o private e di fornire assistenza post vendita agli utilizzatori (personale medico e infermieristico). 
Il corso di Laurea Triennale in Ingegneria Biomedica erogato dal Politecnico di Torino fornisce al laureato le competenze per continuare gli studi e al tempo stesso le basi e l’interdisciplinarietà necessarie a inserirsi in un ambiente di lavoro molto innovativo e in costante crescita. L’ingegneria biomedica infatti è, negli Stati Uniti, la carriera con sviluppo più rapido e si suppone che questa tendenza continui per i prossimi dieci anni (tratto da About Biomedical Engineering, www.embs.org).
Laurea in Ingegneria Biomedica in Cifre
Immatricolati al primo anno A.A.2017/2018)
392 studenti di cui:
50% Maschi
50% Femmine
53% Provenienti da Istituti Superiori Piemontesi
47% Provenienti da Istituti Superiori non Piemontesi
Studenti
Collegio di Ingegneria Biomedica
55 membri effettivi
27 membri invitati
* Dati A.A. 2017/2018
Corpo Docente
3 anni: 26% degli studenti
4 anni: 50% degli studenti
≥ 5 anni: 24% degli studenti
Durata del percorso (laureati 2018)
Licei Scientifici: 77%
Licei Classici: 15%
Istituti Tecnici: 5%
Altri: 3%
Istituto di provenienza (laureati 2018)