www.polito.it
Collegio di
INGEGNERIA INFORMATICA,
DEL CINEMA E MECCATRONICA
PORTALE DELLA DIDATTICA
HomeCollegiIngegneria informatica, del cinema e meccatronica
Stampa pagina
Rapporti internazionali e studenti all'estero
Obiettivi Generali
La commissione si occupa di tutti gli aspetti di rapporti internazionali legati alla didattica. 

Obiettivi Specifici
Nello specifico, le attività riguardano il concepimento di accordi di scambio di studenti o di doppio titolo con atenei stranieri, la negoziazione degli stessi, l'istituzione della pratica presso il Servizio INTE, il ricevimento di studenti di atenei stranieri e l'invio di studenti presso atenei stranieri. 
Per quanto riguarda gli studenti in ingresso (incoming), la commissione gestisce gli studenti che arrivano attraverso progetti di cooperazione fra le diverse università.

Componenti
La Commissione si compone di:
  • Fulvio Risso (Rapporti internazionali e accordi accademici)
  • Ernesto Sanchez (Ingegneria Informatica, Incoming)
  • Sara Vinco (Ingegneria Informatica, SEC L3 e Outgoing)
  • Tatiana Mazali (Ingegneria del Cinema e dei Mezzi di Comunicazione, Incoming/Outgoing)
  • Marcello Chiaberge (Ingegneria Meccatronica, Incoming/Outgoing)
  • Luca Cagliero (Data Science and Engineering, Incoming/Outgoing)

Modalità Operative
Comprende le seguenti attività:
  • A1. Relazione con atenei stranieri
  • A2. Stipula degli accordi
  • A3. Valutazione della carriera degli studenti in ingresso (incoming)
  • A4. Valutazione e approvazione dei documenti di learning agreement per gli studenti incoming
  • A5. Consulenza agli studenti incoming 
  • A6. Promozione degli accordi a potenziali studenti che intendono fare un periodo di studi all’estero (outgoing) e gestione del periodo che precede la partenza
  • A7. Valutazione e approvazione dei documenti di learning agreement per gli studenti outgoing
  • A8. Gestione della tesi degli studenti in mobilità outgoing
  • A9. Trasferimento dei crediti degli studenti outgoing

A1. La commissione si occupa di prendere contatti con atenei stranieri che presentino interessanti opportunità o per i contenuti di insegnamenti complementari a quelli del Politecnico di Torino, o perché abbiano a disposizione particolari strutture, oppure perché sono in essere relazioni di ricerca con docenti del Politecnico di Torino e quindi si conosce la qualità dell'insegnamento in tali atenei e si vuole facilitare lo scambio di studenti quale possibile veicolo di cooperazione a livello di ricerca.
Una volta entrati in contatto con un referente dell'ateneo straniero si discutono i possibili piani di studio e le modalità di cooperazione, sotto forma di scambio di studenti o di accordo di doppio titolo. I contenuti degli insegnamenti vengono analizzati e vengono discusse le equivalenze.
Nel caso in cui delegazioni di atenei stranieri visitino il nostro Ateneo esprimendo interesse per uno dei nostri corsi di studio, la commissione si fa carico di ricevere le delegazioni, fornire le opportune informazioni, ed eventualmente identificare opportunità di collaborazione.
Seppur raramente, la commissione può recarsi in visita presso atenei stranieri per valutare la possibilità di istituire un rapporto di scambio o doppio titolo.

A2. Nel caso in cui si abbi un'idea generale del tipo di collaborazione e degli insegnamenti coinvolti, si istituisce, tramite opportuna modulistica, una pratica da presentare al Servizio INTE. La commissione fornisce il necessario supporto, esegue le modifiche richieste alla proposta di accordo, eventualmente negoziandole con i partner.

A3. La carriera accademica pregressa di ogni studente che fa domanda per trascorrere un periodo di studio al Politecnico di Torino sono valutati tenendo conto della tipologia del progetto per il quale si presenta lo studente. La commissione valuta la carriera pregressa dello studente, la sua conoscenza della lingua nella quale intende seguire gli studi al Politecnico di Torino e le motivazioni dello studente a trasferirsi a Torino.  
I diversi tipi di progetti si possono dividere nei seguenti casi:
  • Singoli insegnamenti 
La maggior parte dei progetti di tipo Erasmus offrono un periodo di studi al Politecnico che può variare da 6 a 12 mesi. 
  • Doppia laurea 
Grazie ai diversi accordi di cooperazione fra le diverse università, gli studenti hanno la possibilità di venire al Politecnico di Torino e percorrere un periodo di studi che alla conclusione, permetterà allo studente di ottenere il titolo universitario da entrambe le università che hanno firmato l’accordo. 
  • Regolarmente iscritti alla Laurea Magistrale
La carriera degli studenti che fanno domanda alla Laurea Magistrale come regolarmente iscritti deve essere valutata verificando se hanno sostenuto gli esami di tutti i principali insegnamenti della laurea di primo livello offerta dal Politecnico di Torino, con l’obiettivo di capire se possiedono i requisiti curriculari per accedere alla laurea di secondo livello del Politecnico di Torino. 

A4. Una volta iscritti al Politecnico di Torino, gli studenti devono compilare il loro “Learning Agreement” (LA) a seconda del programma di studi al quale partecipano. A questo punto si deve valutare il LA di ogni studente tenendo presente il progetto al quale appartengono gli studenti e la disponibilità degli insegnamenti scelti nel periodo di studi al Politecnico di Torino.

A5. Sessioni di consulenza in gruppo e individuali si offrono agli studenti in modo da presentare le linee guida per fare i primi passi al Politecnico di Torino.

A6. La gestione della mobilità outgoing per uno studente che andrà all’estero l’anno accademico successivo comporta i seguenti oneri:
  • Riunioni preparatorie per (a) informare gli studenti delle opportunità di mobilità (b) risolvere i quesiti più comuni relativamente alla presentazione della domanda (c) assegnare le borse del bando invernale (d) risolvere i quesiti più comuni relativamente alla gestione del Learning Agreement (LA) e il conseguente mapping degli insegnamenti presso l’Ateneo straniero con quelli disponibili al Politecnico di Torino.
  • Incontri individuali con gli studenti (in alcuni casi sostituiti da scambi di e-mail) per risolvere i problemi che emergono prima della partenza, quali ad esempio:
    o Modifica del carico didattico del Politecnico di Torino per renderlo compatibile con il percorso di mobilità
    o Analisi del LA iniziale proposto dallo studente ed eventuali suggerimenti correttivi
    o Verifica, validazione e firma dell’application form inviata da ogni studente singolo all’università partner
    o Eventuale scrittura di lettere di raccomandazione per l’università straniera
    o Supporto e consulenza nei confronti degli studenti per sfruttare al meglio il periodo di mobilità
    o Suggerimenti per impostare correttamente la tesi all’estero
  • Operazioni burocratiche
   o Validazione del LA presso il Politecnico di Torino entro le scadenze ufficiali
   o Adattamento del piano di studio del Politecnico di Torino ai corsi scelti nel LA.

A7. La gestione della mobilità outgoing per uno studente attualmente all’estero comporta la necessità di una validazione periodica dei cambiamenti del LA, che si rendono necessari per una molteplicità di cause quali:
  • un insegnamento precedentemente scelto non è più attivo;
  • un insegnamento precedentemente scelto richiede propedeuticità che non erano note allo studente e che egli non è in grado di soddisfare; 
  • un insegnamento precedentemente scelto è a numero chiuso;
  • la descrizione presente online relativamente ad un insegnamento precedentemente scelto non è accurata e lo studente opta per seguire un insegnamento diverso;
  • l’università partner impone un cambiamento al LA per soddisfare i suoi requisiti.

A8. Lo svolgimento della tesi all'estero per gli studenti che svolgono un percorso di studi all’estero (outgoing) comporta la seguenti attività:
  • presentazione delle linee guida per la scelta (a) dell'argomento di tesi (ad es. la differenza tra "tesi" e "stage"), (b) della sua corposità in termini di crediti, (c) il ruolo delle varie persone coinvolte (ad es. tutor Erasmus, relatore al Politecnico di Torino, relatore estero, eventuale tutore aziendale);
  • aiuto nella ricerca del possibile relatore al Politecnico di Torino, evidenziando possibili problematiche in particolare per tesi a basso contenuto di ricerca;
  • aiuto e consulenza day-by-day per lo svolgimento della tesi.

A9. Questa attività comporta la registrazione e conversione dei voti al rientro dello studente in Italia.

Logistica
La Commissione opera prendendo contatti con atenei stranieri e collabora con il Servizio INTE. Le pratiche presentate al Servizio INTE devono essere riviste ed approvate dagli uffici amministrativi di INTE, dal Vicerettore alla Didattica e dal Vicerettore all'Internazionalizzazione. 

Piano Cronologico
La maggior parte delle attività si estende lungo l’anno intero
La gestione della mobilità di tipo outgoing per uno studente che andrà all’estero l’anno accademico successivo avviene tramite riunioni preparatorie per (a) informare gli studenti delle opportunità della mobilità (per Eurecom a dicembre; per le altre forme di mobilità a dicembre/gennaio), (b) risolvere i quesiti più comuni relativamente alla presentazione della domanda (gennaio), (c) assegnare le borse del bando invernale (febbraio), (d) risolvere i quesiti più comuni relativamente alla gestione del learning agreement (LA) e il conseguente mapping degli esami esteri con i corsi disponibili al Politecnico (aprile).
La registrazione e conversione dei voti al rientro in Italia dello studente in mobilità outgoing si concentra in particolare nelle settimane a cavallo tra luglio ed agosto per permettere allo studente di concorrere per eventuali borse di studio (ad esempio quelle erogate dall’ente EDISU).

Contatti
Prof. Fulvio Risso: fulvio.risso@polito.it